3 settembre 2008 / 15:58 / tra 9 anni

Borsa Milano debole ma meglio di Europa, corre Seat, bene Bpm

MILANO, 3 settembre (Reuters) - Piazza Affari si prende una pausa di riflessione dopo il rally della vigilia e chiude la seduta odierna in leggero calo.

Pur senza storie di particolare rilievo, la borsa milanese ha reagito meglio delle altre piazze continentali al movimento di storno generalizzato grazie agli spunti positivi su Seat e su qualche titolo bancario e industriale.

“Non ho visto movimenti ben definiti su particolari settori. Prevalgono fattori tecnici in ordine sparso”, dice un trader.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB arretra dello 0,5%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,51% e l‘Allstars .ALLST dello 0,55%. Volumi attorno a 3,7 miliardi di euro.

* SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI è in testa al paniere principale con un balzo del 4,8%. Tra gli editoriali bene anche MONDADORI (MOED.MI) (+1,48%). Secondo alcuni trader prosegue la riscoperta del settore privilegiando oggi i due titoli leggermente trascurati ieri a favore dell‘exploit dell‘ESPRESSO ESPI.MI in ribasso dello 0,37%.

Su Seat, “sul mercato c’è qualcuno che vuole scommettere sul riassetto”, aggiunge un operatore.

* Tra i bancari svetta POP MILANO PMII.MI (+2%). L‘istituto milanese è impegnato nel mettere a punto la riforma della governance e “il mercato potrà apprezzare un maggior spazio alle minoranze in consiglio”, commenta un trader.

Positive MEDIOBANCA (MDBI.MI), MPS (BMPS.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI), mentre restano indietro UNICREDIT (CRDI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI

* Prosegue il buom momento PIRELLI PECI.MI (+1,2%) mentre tiene bene FIAT FIA.MI (+0,55%) a fronte di un settore europeo dell‘auto .SXAP movimentato solo dalla francese Michelin (MICP.PA) dopo la promozione a “outperform” da “underperform” da parte di Credit Suisse.

* All‘interno della galassia Agnelli -- che, secondo indiscrezioni citate da Repubblica, starebbe decidendo se procedere all‘accorciamento della catena societaria -- le IFI privilegiate IFPI_p.MI crescono del 2,6%, mentre le IFIL IFLI.MI scivolano del 2,3%.

* Tornando agli industriali FINMECCANICA SIFI.MI sale dello 0,16%. La controllata Ansaldo Energia ha annunciato la sigla di contratti con Enel per oltre 50 milioni di euro.

* Segno più per PARMALAT (PLT.MI) e AUTOGRILL (AGL.MI), che si è aggiudicata il rinnovo della concessione per i servizi ristorazione e retail in Usa per un fatturato complessivo di 1,2 miliardi di dollari.

* ITALCEMENTI ITAI.MI in lieve rialzo (+0,36% ) consolida i forti guadgani della vigilia.

* Debolezza su energia, telefonici e tecnologici. In fondo all‘S&P/Mib realizzi su PRYSMIAN (PRY.MI) e ATLANTIA (ATL.MI) in calo entrambi di circa 2,5%.

* Tra i titoli minori continua la corsa ARENA ARENA.MI con un +17% sull‘onda dell‘accordo siglato lo scorso 29 agosto con Jp Morgan nel quadro del rilancio della società.

* Forti rialzi anche per BASTOGI (BTGI.MI), UNILAND UNL.MI - che lancia la controllata eolica - e SOGEFI (SGFI.MI), quest‘ultima sulla scia dell‘upgrade di Exane-Bnp Paribas a “neutral” da “underperform”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below