3 settembre 2009 / 09:31 / 8 anni fa

Borsa Milano incerta a metà mattina, bene Atlantia e Fonsai

MILANO, 3 settembre (Reuters) - A metà mattinata Piazza Affari non riesce a prendere una direzione precisa, tra borse europee solo leggermente positive in attesa della conclusione della riunione della Bce sui tassi di interesse.

“E’ tutto piuttosto tanquillo, a Milano siamo un po’ più deboli del resto d‘Europa come al solito per i bancari”, commenta un trader.

Intorno alle 11,10 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un marginale +0,08%, il FTSE AllShare .FTITLMS +0,11% e il FTSE MidCap .FTITMC +0,47%. Volumi per circa un miliardo di euro.

In Europa il benchmark DJ Stoxx 600 sale dello 0,3%.

* ATLANTIA (ATL.MI) balza del 3% dopo i dati preliminari relativi all‘andamento del traffico sulla rete in concessione ad Autostrade per l‘Italia, che hanno evidenziato nel bimestre luglio-agosto 2009 un incremento pari allo 0,9% su anno. “I dati sono piaciuti e poi comunque è un titolo difensivo, anticiclico”, dice un operatore. Nel settore autostradale spunto all‘allungo di SIAS (SIS.MI) che sale del 4% circa e AUTOSTRADA TO-MI (ATMI.MI) +6% circa.

* Acquistata anche FONDIARIA-SAI FOSA.MI, in rialzo del 3,8%. Secondo MF, che cita la relazione semestrale, Premafin PRAI.MI potrebbe approfittare della debolezza del titolo Fonsai per rafforzare la presa sulla compagnia assicurativa attraverso l‘acquisto di azioni sul mercato. “E’ sicuramente questo articolo che oggi spinge il titolo”, osserva un trader.

* Contrastati i bancari, che sul fronte negativo vedono tra i peggiori dell‘S&P Mib UBI BANCA (UBI.MI) con -1,7%. In Europa lo Stoxx di settore .SX7P sale dello 0,7%.

* Fuori dal paniere principale ITALEASE BIL.MI, ieri affondata di oltre il 6%, oggi mette a segno un progresso del 9%. “Il tema di fondo è che la banca farà un aumento di capitale che la tirerà fuori dalle secche”, commenta un operatore, sottolineando comunque la volatilità del titolo in borsa.

* CIR (CIRX.MI) cede l‘1,5% circa dopo il declassamento di Kepler a “reduce” da “hold”, pur con un target price alzato a 1,28 da 1,11 euro. “Non abbiamo dubbi che la storia di creazione di valore di Cir continui, ma semplicemente crediamo che oggi la valutazione dei suoi asset sia andata troppo oltre”, si legge in una nota del broker.

* Venduta anche oggi FIAT FIA.MI che arretra dello 0,8%, poco più del comparto europeo .SXAP.

* PARMALAT (PLT.MI), ieri positiva in controtendenza al mercato generale, oggi ritraccia dell‘1,2%.

* Tra i minori RISANAMENTO (RN.MI) non riesce a fare prezzo e segna un rialzo teorico oltre il 20% dopo che ieri il Cda ha approvato il piano industriale, l‘accordo di ristrutturazione e il piano finanziario del gruppo.

* In denaro MANAGEMENT & CAPITALI (MACA.MI), che sale del 6,8% a 0,1687. La Romed di Carlo De Benedetti ha acquistato ieri un altro 3,8% circa del capitale a 0,16 euro per azione.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below