March 31, 2008 / 7:44 AM / 10 years ago

Borsa Milano chiude mista, B.Popolare cede 9%, balza Alitalia

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta con gli indici contrastati, tra borse europee che nel pomeriggio hanno ridotto le perdite sulla scia dell’inatteso miglioramento dell’indice Pmi Chicago di marzo.

Un trader al lavoro. REUTERS/Dylan Martinez

Positivi i titoli del cemento e delle costruzioni, mentre restano generalmente sotto pressione i bancari, guidati dal pesante calo di Banco Popolare. Sospesa al rialzo per la maggior parte della seduta Alitalia.

Il Mibtel chiude in rialzo dello 0,21%, l’S&P/MIB scende dello 0,25%, l’Allstars sale dell’1,54%. Volumi per circa 3,8 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FtsEurofirst 300 cede lo 0,4%.

* ALITALIA, sospesa per quasi tutta la giornata, termina in progresso del 19,4% a 0,48 euro nel giorno della riapertura delle negoziazioni tra Air France e sindacati per trovare una soluzione condivisa per un’aggregazione tra le due compagnie. I negoziati proseguono anche dopo l’abbandono del tavolo da parte della Uil Trasporti.

* Sul fronte opposto, BANCO POPOLARE cede il 9% dopo la diffusione nel fine settimana dei risultati e l’aggiornamento del piano industriale al 2010 che tiene conto delle mutate condizioni dei mercati. L’istituto è stato bersagliato da una serie di revisioni al ribasso del target price.

* Tra gli altri bancari POP MILANO arretra del 2%, MEDIOBANCA e UNICREDIT scende dello 0,9%.

* Nelle prime posizioni del paniere principale ITALCEMENTI guadagna il 5%, IMPREGILO il 4,76%. Positive anche BUZZI, +0,56%, e ASTALDI, +2,5%.

* Nel giorno dell’assemblea sul bilancio 2007 FIAT chiude in rialzo di oltre il 3% a 14,638 euro dopo che l’AD Sergio Marchionne non ha escluso una eventuale revisione al rialzo dei target nel secondo o nel terzo trimestre di quest’anno. Le auto in Europa sono piatte.

* TELECOM guadagna lo 0,2%, in controtendenza rispetto all’indice di settore che perde il 2,2%, penalizzato dal forte calo di Vodafone sulla scia di un downgrade.

* GEOX cede più del 4% nel giorno del suo debutto all’S&P/MIB.

* Tra le small e mid cap, FIERA MILANO vola con un +18% sull’attesa che Milano si aggiudichi l’Expo2015.

* CREMONINI balza dell’11% avvicinandosi ai 3 euro offerti dall’azionista di controllo in un’Opa finalizzata al delisting. La controllata MARR sale del 3,4%.

* TISCALI guadagna il 12,8% a 1,997 euro dopo le indiscrezioni di Milano Finanza del weekend, secondo cui entro oggi sarà conferito mandato agli adviser per valorizzare la società su una base di partenza di 3-3,3 euro complessivi.

* Sempre tra i minori rialzi a due cifre anche per KAITECH e SNAI, mentre SNIA, che venerdì ha smentito l’esistenza di trattative per l’ingresso di un nuovo socio, arretra del 6,5%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below