3 giugno 2009 / 09:03 / 8 anni fa

Borsa Milano negativa su realizzi con Europa, debole Fiat

MILANO, 3 giugno (Reuters) - Viaggiano in caduta di tra mezzo e un punto percentuale gli indici di Piazza Affari, in armonia con quelli del resto d‘Europa colpiti da prese di beneficio dopo il nuovo massimo degli ultimi cinque mesi messo a segno ieri.

In assenza di particolari spunti direzionali, spiegano gli addetti ai lavori, il movimento odierno va considerato in larga parte un aggiustamento e una correzione di quello di ieri.

“Più si sale più il fiato si fa corto... in realtà è da tempo che si aspetta una vera discesa che però non avviene. Il movimento di oggi è comunque soprattutto una compensazione di quello di ieri” commenta un operatore.

Intorno alle 11 l‘indice FTSE MIB .FTMIB, al terzo giorno di vita, accusa un -0,7% mentre l‘FTSE Italia All-Share .FTITLMS cede lo 0,63%.

Discreti i volumi, pari a un controvalore oltre 750 milioni di euro.

* Cedente FIAT FIA.MI, in caduta di circa 1%. Dopo la buona performance della vigilia, a monte della correzione i trader individuano la scommessa dello sfumare di un‘intesa con Peugeot, considerata comunque partner poco adatto a livello di sinergie. Sul titolo pesa negativamente anche la lettura sulle vendite Chrysler, crollate a maggio di 47% negli Usa con uno dei peggiori risultati tra i produttori statunitensi

* In testa al paniere delle blue chip segnalano con progressi tra 1,3% e 1,6% i titoli IMPREGILO IPGI.MI, BUZZI (BZU.MI) e FONDIARIA FOSA.MI, tutti e tre oggetto della promozione del giudizio da parte di una banca italiana

* Piatta a +0,2% A2A (A2.MI) dopo l‘avvio in denaro. In linea alle attese di analisti e investitori la seconda sezione del Tribunale di Brescia ha accolto il ricorso presentato dai comuni di Milano e Brescia contro la decisione del presidente del consiglio di sorvegianza di escludere i due azionisti dal diritto di voto nell‘assemblea di venerdì scorso

* Realizzi su BULGARI BULG.MI, PIRELLI PECI.MI e STM (STM.MI), tra le più brillanti protagoniste della seduta di ieri

* Segno misto ma prevalentemente negativo sui bancari, su cui sono fioccate in mattinata le nuove valutazioni Morgan Stanley che ha avviato con ‘overweight’ la copertura di UNICREDIT (CRDI.MI) (+1,2%), ‘equal weight’ quella di INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-1,7%) e ‘underweight’ quella di MPS (BMPS.MI) (-1,4%)

* Male ENEL (ENEI.MI), in discesa di circa 1,3%. Il titolo non pare sostenuto dalle ultime dichiarazioni dell‘AD sulla positiva accoglienza al maxi aumento di capitale o sul positivo ‘interesse’ dei libici negli ultimi giorni

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below