31 gennaio 2008 / 10:24 / tra 10 anni

Borsa Milano estende calo, giù Unicredit, bene Enel, Atlantia

MILANO, 31 gennaio (Reuters) - Piazza Affari estende il ribasso nella mattinata in un mercato dove tornano a dominare i timori sull‘impatto della crisi finanziaria.

“Tornano i soliti fantasmi, si riprende a vendere i titoli finanziari”, dice un operatore. “Si reagisce in maniera molto emotiva, non c’è un discorso di valutazione”.

Alle 11,05 l‘indice S&P/Mib .SMIB perde l‘1,1%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,99%.

* In controtendenza difensivi come ENEL (ENEI.MI) che sale dell‘1,4% e ATLANTIA (ATL.MI), +1,6%.

* Tiene TELECOM ITALIA (TLIT.MI) che fa un po’ meglio dello Stoxx di settore (+0,25% contro -0,27%). Sul titolo pesa comunque l‘incertezza politica, in particolare per l‘ipotesi scorporo rete fissa e conferimento a una newco.

* Positiva PRYSMIAN (PRY.MI) (+1%) dopo le vendite delle prime battute. La comparabile Nexans, che a Parigi mette a segno un rialzo del 2,85%, ha rivisto al rialzo le previsioni 2008 e 2009 e ha annunciato nuove cessioni.

* Tra i bancari UNICREDIT (CRDI.MI) perde il 3,7% dopo la notizia che la corte regionale tedesca di Monaco ha dichiarato nulla l‘acquisto infragruppo di Banca Austria BACA.VI da Hvb all‘istituto italiano. Secondo un operatore, “la notizia ha un impatto nullo o minimo, gioca molto di più il fattore emotivo e l‘ondata di vendite sul settore finanziario”.

* ALITALIA AZPIa.MI perde il 3,2%, pesano le incertezze sulla sorti della privatizzazione.

* FONDIARIA-SAI FOSA.MI perde lo 0,2% dopo il ribasso di oltre il 4% di ieri sulla notizia dell‘opas su IMMOBILIARE LOMBARDA IMLO.MI. MILANO ASSICURAZIONI ADMI.MI torna a perdere terreno dopo la buona partenza e dopo dopo il -11% di ieri. Il corrispettivo dell‘opas Fondiaria-Sai sarà liquidato in contanti e con azioni della controllata Milano Assicurazioni.

* TOD‘S (TOD.MI) venduta in un mercato deluso dai ricavi 2007, che decide quindi di tagliare le stime anche alla luce del profit warning di ieri

* ERGO EGPR.MI balza dell‘8,8% dopo che la controllante ieri ha detto di aver avviato un processo di valutazione strategica del futuro sviluppo delle operazioni di Ergo in Italia, aggiungendo che tra le possibili opzioni vi è quella di un potenziale disinvestimento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below