30 aprile 2008 / 11:12 / tra 9 anni

Borsa Milano prosegue in lieve calo, attesa Fed, corre Pop Intra

MILANO, 30 aprile (Reuters) - Seduta piatta e incolore a Piazza Affari e su tutti i mercati europei, in vista dell‘attesa della decisione della Fed sui tassi di interesse, alle 20,15 italiane.

Alle 13,00, l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede lo 0,21%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,10%, Allstars .ALLST +0,09%.

“Si va verso una seduta tranquilla in vista della chiusura dei mercati domani e del ponte”, osserva un trader.

Si raffreda l‘entusiamo sulle banche e ,in particolare, su BANCO POPOLARE BAPO.MI che sale dello 0,64%. L‘istituto e Credit Agricole hanno concluso un accordo nel credito al consumo che prevede l‘integrazione fra Agos e Ducato. “La jv nel credito al comsumo migliora i ratios della banca e ha comportato anche un upgrade sul titolo da parte di un broker”, osserva un operatore.

Peggiora POP MILANO PMII.MI che arretra dell‘1,9%. Secondo un operatore la debolezza sul titolo deriva da alcuni downgrade di broker nei giorni scorsi.

Strappa POP INTRA PINI.MI (+19,99%) sull‘annuncio che Veneto Banca Holding lancerà un‘offerta di acquisto e scambio sulla popolare finalizzata al delisting della banca.

Sotto tono TISCALI (TIS.MI) (-0,48%) dopo che Vodafone ha smentito indiscrezioni stampa, dicendo di non aver ancora presentato un‘offerta per l‘Isp sardo. Ieri l‘AD di Tiscali aveva parlato di spezzatino, indicando che non si esclude una divisione tra le attività italiane e quelle britanniche.

“Se prende piede l‘ipotesi spezzatino ci sarà interesse sul titolo”, osserva un broker. Inoltre, l‘AD di BSkyB di Murdoch ha detto che guarderà a Tiscali.

Realizzi sul settore energetico. SARAS (SRS.MI) cede il 2,67% dopo che Jp Morgan ha tagliato a “neutral” da “overweight” la raccomandazione. Giù anche ERG (ERG.MI) (-1,56%) dopo che JP Morgan ha ridotto il rating a “underweight” da “overweight” e ha portato il prezzo obiettivo a 13,5 euro.

ENEL (ENEI.MI) cede quasi l‘1%, ENI (ENI.MI) è invariata. Balza LUXOTTICA (LUX.MI) (+0,48%) sulla scia dell‘apprezzamento del dollaro sull‘euro

Negativa STM (STM.MI), in calo del 2,2%, bene TELECOM (TLIT.MI) (+0,91%) che recupera terreno dopo il -2% registrato ieri. Positivo a livello europeo tutto il settore delle tlc (+0,4%).

Realizzi anche su FIAT FIA.MI (-1,64%). Il titolo risente dell‘andamento negativo del settore auto in Europa che cede quasi il 2%.

Fra i minori bene VIANINI LAVORI VIAI.MI in salita dell‘1,6% dopo la sospensione per eccesso di rialzo. Ieri l‘AD di Eni, Paolo Scaroni, ha detto che la società cederà il 50,5% detenuto in Acqua Campania e che Vianini e Veolia, attuali soci, eserciteranno il diritto di prelazione.

INDESIT IND.MI sale di oltre il 6%, nonostante i risultati trimestrali mostrino un calo dell‘utile netto del 6,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below