28 maggio 2008 / 11:15 / tra 10 anni

Borsa Milano positiva ma frenata da vendite su petroliferi

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Borsa Milano chiude la mattinata in positivo, ma frenata dalle vendite su Eni e sui petroliferi in generale.

Mercato tranquillo, fanno notare dalle sale operative, in attesa dei dati Usa del primo pomeriggio.

Intorno alle 13 l‘indice delle bluechip S&P/MIB .SPMIB sale dello 0,32%, il Mibtel .MIBTEL avanza dello 0,29%, Allstars .ALLST +0,11%. Volumi per 3,6 miliardi. Wall Street attesa in leggero rialzo, con il derivato giugno sull‘S&P 500 SPM8 in progresso dello 0,18%.

“Rimaniamo un po’ indietro rispetto all‘Europa a causa delle vendite su Eni. In generale gli azionari oggi vengono aiutati dal ritracciamento del prezzo del petrolio”, commenta una operatrice.

* Accelera GEOX (GEO.MI) che cancella, così, il ribasso della vigilia.

* Sfiora il 3% il progresso di STM (STM.MI), riscoperta dopo l‘incontro con la comunità finanziaria ieri a Londra, dove sono state confermate le stime di crescita, superiori alla media del settore chip. Un buon momento per le vendite, ma il dollaro rimane un problema, scrive Kepler in una nota, confermando il rating “reduce” proprio a causa dell‘esposizione al biglietto verde.

* Rimane pesante SEAT PGIT.MI, oggi declassata a “sell” da Citigroup che indica come nuovo target price 0,1 euro. Il broker, citando strategie deboli e condizioni economiche più difficili, ha tagliato anche le stime di Eps dal 2008 al 2010.

* Recupera dai minimi di seduta IMPREGILO IPGI.MI, ancora penalizzata dalla notizia dell‘arresto di alcuni funzionari di società del gruppo nell‘ambito di un‘inchiesta sui rifiuti in Campania.

* Venduti i petroliferi e affini, come ENI (ENI.MI) e SAIPEM (SPMI.MI), in linea con lo stoxx di settore .SXEP, il peggiore indice settoriale europeo. I derivati sul greggio continuano a perdere terreno dopo i ribassi causati dal rafforzamento del dollaro.

* Denaro su GENERALI (GASI.MI), ”grazie sia alla promozione da parte di WestLb sia alla decisione di non presentare la mega offerta per gli asset assicurativi di Rbs“, rileva un trader. Sale anche la controllata ALLEANZA ALZI.MI. Non sarebbe stato ”prudente“ l‘acquisto ”pagando in eccesso a 8-10 volte gli utili“, secondo Kepler. Con la mancata offerta, questo potrebbe essere il momento per finalizzare l‘acquisto delle minority, tra cui le maggiori sono in Alleanza”, è scritto in una nota di ricerca di Kepler, in cui si conferma “hold” con target price 32 euro. La controllata ALLEANZA ALZI.MI sale di oltre l‘1%.

* L‘accordo in Messico sostiene BENETTON GROUP BNG.MI, con Cheuvreux che conferma il titolo nella “selected list” con target price 12,5 euro. “L‘accordo è una notizia positiva e rappresenta un passo significativo nel piano di espansione sui mercati emergenti”, è scritto in una nota.

* Anche oggi vendite consistenti su AS ROMA (ASR.MI), sempre sull‘impasse relativo alla possibile cessione della società che qualche giorno fa sembrava imminente.

* Recupero dei bancari, come in Europa .SX7P. Nel comparto italiano si distingue MPS (BMPS.MI).

* Tra i minori, in deciso calo GUALA CLOSURES GCL.MI ed ENERTAD ENRT.MI. In luce FMR EART.MI dopo una sospensione al rialzo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below