27 marzo 2008 / 08:54 / tra 10 anni

Borsa Milano rimbalza in modo deciso ma chiude sotto massimi

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude la seduta poco sotto i massimi, con Wall Street negativa che blocca il rimbalzo iniziato questa mattina.

<p>Un trader del comparto Euro Dollar del Chicago Mercantile Exchange. REUTERS/John Gress</p>

Il mercato resta incerto a causa della crisi finanziaria.

L‘indice S&P/Mib ha chiuso in rialzo dell‘1,24%, il Mibtel dell‘1,46%, l‘AllStar avanza del 2,2%. Volumi attorno a 4,27 miliardi di euro.

* ALITALIA chiude in rialzo del 10,9% dopo essere rimasta sospesa, in attesa dell‘esito della trattativa con Air France. Secondo il quotidiano La Stampa, Berlusconi ha detto che esiste una cordata italiana, citando nomi di diverse società. Berlusconi in tarda mattinata ha smentito, affermando che i nomi apparsi sono supposizioni giornalistiche. MEDIOBANCA ha smentito di avere allo studio l‘ipotesi di una cordata o l‘ingresso nel capitale. ENI ha smentito interesse per la cordata. Nessun commento dalla famiglia Benetton e dal gruppo Ligresti.

* Rimbalza SEAT (+3,4%) dopo i ribassi dei giorni scorsi, legati all‘incertezza sulle prospettive del gruppo dopo che l‘AD ha ridotto le previsioni sul 2008 e ha annunciato che darà più avanti quelle per i prossimi anni.

* UNIPOL balza ancora (+4,5%) dopo l‘annuncio della maxi cedola che ha portato il dividend yield a oltre il 20%. La società ha detto che dopo quest‘anno si tornerà al dividendo normale.

* SNAM RETE (+4,3%) recupera i recenti ribassi.

* IMPREGILO sale del 19% nel giorno del verdetto della Cassazione sul caso dei rifiuti in Campania. Il sostituto procuratore generale della Cassazione, dicono fonti giudiziarie, ha chiesto stamane l‘annullamento della decisione del tribunale del Riesame di Napoli, con rinvio dell‘ordinanza con la quale erano stati sequestrati 750 milioni di euro al gruppo e dissequestro per 500 milioni di euro. La Cassazione dovrebbe comunicare la sua decisione entro stasera.

* Sul fronte opposto PIRELLI perde quota (-3,5%) dopo i recenti rialzi in vista dei risultati, che si sono rivelati tutto sommato in linea con le aspettative. Deutsche Bank ha rivisto al rialzo il target price a 0,82 euro. Si guarda all‘intenzione della società di rilevare, al prezzo unitario di 80 centesimi, le risp (+1,6%) rimaste non collocate nell‘ambito dell‘offerta in borsa terminata ieri. Ma la cifra è decisamente modesta, poco più di 3,5 milioni di euro.

* Tra i titoli a piccola e media capitalizzazione segnano forti rialzi STEFANEL dopo i risultati annunciati ieri a borsa chiusa, CICCOLELLA e ISAGRO.

* GEOX balza di oltre il 7% beneficiando del suo prossimo ingresso nell‘indice S&p/Mib (a partire dalla chiusura del mercato domani) al posto di Alitalia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below