27 dicembre 2007 / 10:28 / 10 anni fa

Borsa Milano positiva con volumi sottili, bene Eni, Parmalat

MILANO, 27 dicembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue la giornata in moderato rialzo e scambi modesti come le altre borse europee.

“E’ un mercato tranquillo e sottile, i movimenti sono contenuti e non ci sono molti spunti”, dice un trader.

Alle 11,20 l‘indice S&P/Mib .SPMIB sale dello 0,34%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,39%, l‘All Star .ALLST guadagna lo 0,77%. Volumi per appena 725 milioni.

* La forza del greggio sostiene i titoli dell‘energia, con ENI (ENI.MI) in rialzo dell‘1,4% (+0,9% lo Stoxx europeo). Il gruppo italiano, dice un trader, è aiutato anche dagli accordi preliminari raggiunti prima di Natale con il Kazakistan sul giacimento del Kashagan, che dovrebbero essere confermati a metà gennaio.

* Ben intonati i finanziari, a partire da MEDIOLANUM MED.MI e proseguendo con UNICREDIT ACRDI.MI> e INTESA SANPAOLO (ISP.MI). Debole invece MEDIOBANCA (MDBI.MI), che ha annunciato oggi l‘acquisto della società di credito al consumo Linea da parte della controllata Compass.

* Acquisti su PARMALAT (PLT.MI) (+1,2%) dopo gli accordi di transazione raggiunti con il gruppo Intesa Sanpaolo (ISP.MI), con Cariparma e con Biverbanca.

*Bene BUZZI (BZU.MI), fresca di investimenti in Algeria, e IMPREGILO IPGI.MI. In calo ITALCEMENTI ITAI.MI.

*Reagisce positivamente alla chiusura della jv cinese FIAT FIA.MI, in rialzo dello 0,85%, in linea col settore europeo. “Il titolo ha reagito bene. Certamente la Cina è una carta che Fiat intende giocarsi nel prossimo futuro”, commenta un trader. Il Lingotto ha sciolto la joint venture con Nanjing Automotive dopo che il partner cinese ha deciso la fusione con Saic Motor. Il gruppo torinese punta ora alla definizione dell‘alleanza con Chery Automibiles.

*Debole ALITALIA AZPIa.MI (-1,9%, sopra i mimimi di giornata), al primo giorno di confronto col mercato dopo la preferenza espressa dal Cda per Air France rispetto a Air One. Secondo un trader, gli investitori preferiscono stare alla finestra fino alla decisione definitiva del governo a metà gennaio.

*Lettera anche per STM (STM.MI) (-2%) dopo l‘allungamento dei tempi per la joint venture con Intel sulle memorie flash.

*Tra i più piccoli, in luce POLYNT PLY.MI, in rialzo del 16% a 3,47 euro dopo l‘acquisto di quasi il 30% da parte di Polimeri Speciali e l‘annuncio di un‘Opa a 3,67 euro a marzo.

*Ancora acquisti su BASTOGI (BTGI.MI) e BRIOSCHI (BRUI.MI), bene PIERREL (PRL.MI) che venerdì sera ha annunciato un‘acquisizione da 8,7 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below