26 maggio 2008 / 16:08 / tra 10 anni

Borsa Milano in leggero calo, bene utility, soffre Unicredit

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Piazza Affari termina in leggero calo una seduta sostanzialmente piatta e senza storie di rilievo anche a causa della chiusura dei mercati di Londra e New York.

Qualche spunto fra le utility, settore che attira l‘interesse del mercato per la sua natura difensiva e sull‘attesa di operazioni di M&A. Debolezza sui bancari, sotto pressione in Europa per i timori di nuove svalutazioni.

“Oggi il mercato ha fatto vedere ben poco, a parte qualche movimento nel comparto delle utility”, dice un operatore che ricorda l‘accordo per le trattative in esclusiva tra Eni e Suez per l‘acquisto della belga Distrigaz e l‘attesa fusione a tre tra Hera, Iride e Enia.

L‘indice S&P/MIB .SPMIB scende dello 0,32%, il Mibtel .MIBTEL sale dello 0,24%, mentre l‘AllStar .ALLST perde lo 0,48%. Volumi attorni ai 2,9 miliardi di euro.

Tra le utility a maggiore capitalizzazione acquisti su A2A (A2.MI) in testa all‘S&P/Mib con un guadagna l‘1,12%.

Ben comprate ENIA EN.MI (+1%), HERA (HRA.MI) (+1,2%) e soprattutto IRIDE IRD.MI (+5,47%) in attesa della firma della lettera di intenti, prevista per oggi, per procedere alle trattative finalizzate a una integrazione a tre.

Il settore europeo delle utility, il migliore del Vecchio Continente, è in rialzo dello 0,7%.

* Sopra la parità ENI (ENI.MI), che ha ottenuto da Suez LYOE.PA trattative in esclusiva per l‘acquisto del pacchetto di controllo di Distrigaz DISTY.BR.

Nel resto degli energetici rialzi per SNAM (SRG.MI), ENEL (ENEI.MI) e SAIPEM (SPMI.MI).

* ATLANTIA (ATL.MI) in progresso dell‘1,11% in attesa dell‘approvazione dell‘emendamento del governo al decreto legge salva infrazioni che darebbe il via libera alla convenzione tra Autostrade per l‘Italia e l‘Anas, che dovrebbe avvenire domani, ricorda un trader. Bene PARMALAT (PLT.MI) a +1%.

* Tra i bancari, generalmente deboli, soffre in particolre modo UNICREDIT (CRDI.MI) in calo dell‘1,9%. “E’ un titolo che risente molto quando si diffondono timori su svalutazioni in tutto il settore”, dice un trader.

In Europa i bancari cedono lo 0,66% trascinati dal tonfo di Ubs UBSN.VX che ha annunciato di essere ancora esposta al settore dei mutui residenziali.

Tiene BANCO POPOLARE BAPO.MI in rialzo di mezzo punto percentuale.

* Debole i FIAT FIA.MI (-1,36%) in un settore auto europeo in flessione dell‘1%.

Tra i maggiori cali AUTOGRILL (AGL.MI) cede il 2,14% mentre GEOX (GEO.MI) cala del 2,2%. Ritraccia FONSAI FOSA.MI a -2,2% dopo il rialzo dell‘ultima seduta.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, AS ROMA (ASR.MI) balza di oltre il 17%, sostenuta dalle speculazioni su una possibile cessione del pacchetto di controllo, nonostante le ripetute smentite della famiglia Sensi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below