25 gennaio 2008 / 12:11 / 10 anni fa

Borsa Milano prosegue positiva in attesa Usa, forte A2A, Seat

MILANO, 25 gennaio (Reuters) - A metà seduta Piazza Affari procede senza scossoni consolidando il rimabalzo dell‘avvio. L‘attesa ora è focalizzata sull‘apertura di Wall Street per avere delle conferme sul proseguimento del rally anche se non risultano in agenda rilevanti dati economico.

“Si prosegue il recupero tranquillamente, con volumi modesti, certamente inferiori rispetto a quando si scendeva”, si limita a commentare un trader

Poco prima delle 13,00 l‘indice S&P/Mib .SMIB sale dell‘1,24%, il Mibtel .MIBTEL dell‘1,39%. L‘AllStar .ALLST avanza dell‘1,7%. Volumi per 2 miliardi di euro.

Positivi i futures Usa: il derivato sul S&P SPH8 sale di 10,80 punti(+0,8%), quello sul Dow Jones DJH8 di 83 punti (+0,67%) e sul Nasdaq NDH8 di 20 punti (+1%).

* Sempre tonica MEDIASET (MS.MI) (+2,7%) ma sotto i massimi della mattinata, spinta dalle attese di un allontamento a tempo indeterminato dell‘approvazione della riforma Gentiloni - da sempre criticata dalla società - dopo la caduta del governo.

* ALITALIA AZPIa.MI gira in positivo (+1,27%) dopo un avvio in borsa nettamente negativo che i trader imputavano alle incertezze sul destino della compagnia.

* Spunti su ATLANTIA (ATL.MI) (+4,3%) mentre si fa sempre più vicina l‘uscita di Abertis ABE.MI dal patto di Schemaventotto, che potrebbe portare allo scioglimento dei soci principali della concessionaria.

* Forti gli energetici con A2A (A2.MI) in rialzo del 4,4% dopo i recenti cali. Corre SEAT PGIT.MI a +4,5%, senza trovare particolari spiegazioni nella sale operative. Un trader ricorda che il titolo “è spesso al centro di decise oscillazioni, per effetto dei movimenti degli hedge fund”.

* FIAT FIA.M (+3,2%) prosegue il recupero innescato ieri dopo gli ottimi conti trimestrali e sulla scia dei commenti positivi degli analisti.

“Nonostante i timori per i consumi, vediamo forti prospettive nel 2008 per Fiat, grazie alla forte domanda per i camion in Europa e a quella crescente nell‘agricolatura a livello globale” scrive Abn Amro in un report in cui conferma il giudizio “buy” e target a 25,50 euro. West Lb ha invece alzato il giudizio a “add” da “hold”.

* Acquisti anche sui petroliferi e tecnologici tonici in tutta Europa. SAIPEM (SPMI.MI) sale del 4%, ENI (ENI.MI) dell‘1,6%.Tra i tech STM (STM.MI) avanza dell‘1,6% ritracciando dai maggiori guadagni dell‘avvio dopo che Ubs ha tagliato il target price a 9,4 da 11,7 euro, mantenendo “neutral”.

* Poco mossi i bancari. In lieve flessione BANCO POPOLARE BAPO.MI (-0,84%) e MEDIOLANUM MED.MI (-0,2%) ridotta a “neutral” da “buy” da Ubs.

* Debolezza su LUXOTTICA (LUX.MI) bocciata a “neutral” da “buy” da Santander.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below