2 settembre 2009 / 09:17 / 8 anni fa

Borsa Milano in calo a metà mattino, giù bancari, Intesa -3%

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Peggiora la giornata di Piazza Affari, che estende le perdite oltre il punto percentuale, mentre i ribassi si allargano fino a coinvolgere la quasi totalità dei titoli del listino FTSE Mib.

“La tendenza presumibilmente sarà confermata nel resto della sessione, del resto qualche giorno di correzione era nell‘ordine delle cose”, commenta un trader. “Sul settore bancario pesa la mancanza di spunti. Più in generale, l‘effetto dei dati macro positivi non basta più”.

L‘andamento di Milano segue in parallelo quello delle altre piazze europee, dove le perdite attraversano trasversalmente tutti i settori e appaiono più gravi nell‘automobile, a dispetto degli aumenti di immatricolazioni ad agosto.

Alle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un calo dell‘1,15%, il FTSE AllShare .FTITLMS dell‘1,06% e il FTSE MidCap .FTITMC dell‘1,38%.

Il benchmark europeo Dj Stoxx 600 cede lo 0,96%.

* Venduti i titoli bancari, con INTESA SANPAOLO (ISP.MI) che anche oggi gravita in fondo all‘indice FTSE Mib e cede oltre il 3%. Andamento simile mostrano MONTEPASCHI (BMPS.MI) a -2,7% e le popolari, con BANCO POPOLARE BAPO.MI (ieri unica banca positiva) e POPOLARE MILANO PMII.MI entrambe oltre i due punti percentuali di ribasso. UNICREDIT (CRDI.MI) cede intorno al -1,5%.

Fuori dal listino principale, cade ITALEASE BIL.MI, a -5% dopo le voci di stampa su una posizione a rischio da 140 milioni di euro, legata a una serie di immobiliari controllate da una stessa holding.

* Male anche i cementieri, con BUZZI (BZU.MI) che scende a -3,6% e ITALCEMENTI ITAI.MI ora a -2%. Perde il 2,4% CEMENTIR HOLDING (CEMI.MI), non inclusa nel FTSE Mib.

* Conferma le perdite BULGARI BULG.MI a -3%.

* Continua invece la tenuta dei titoli difensivi, a cominciare dalle utilities. SNAM (SRG.MI), TERNA (TRN.MI) e ENEL (ENEI.MI) gravitano intorno alla parità, positiva a +0,6% ENI (ENI.MI) in questi giorni protagonista dell‘incontro italo-libico.

* Miglior titolo del listino principale resta PARMALAT (PLT.MI), che si mantiene sopra all‘1% di rialzo pur in assenza di significativi fattori nell‘opinione dei trader. * Fuori dal FTSE Mib, cede circa il 3,5% COBRA COBRA.MI, sulla cui capacità di garantire la continuità aziendale i revisori di Pwc hanno espresso dubbi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below