24 luglio 2008 / 09:32 / 9 anni fa

Borsa Milano debole con petroliferi, brilla lusso, Enervit +19%

MILANO, 24 luglio (Reuters) - Seduta debole per Piazza Affari, colpita alla stregua del resto d‘Europa dalle prese di beneficio dopo il rally della vigilia e zavorrata dai titoli legati al petrolio in scia al calo del greggio.

“La prima parte della mattinata è stata caratterizzata da movimenti molto tecnici. Siamo davanti al classico fenomeno del profit-taking, condito tra l‘altro da volumi piuttosto bassi”, commenta un trader, non escludendo tuttavia che, magari nel pomeriggio, “la seduta possa poi prendere la forma di una correzione”.

Tra le piccole, esordio in rialzo a due cifre per la matricola Enervit ENVI.MI.

Alle 11,15 l‘indice S&P/Mib .SPMIB segna +0,06%, il Mibtel .MIBTEL è in calo dello 0,19% e l‘AllStars .ALLST scende dello 0,22%. Volumi a 1,2 miliardi di euro.

* Deboli i settori energetico e petrolifero e i titoli ‘oil-sensitive’. SAIPEM (SPMI.MI) è fanalino di coda dell‘S&P/Mib con -4% che si modifica di poco dopo l‘annuncio di nuove commesse da 1,6 miliardi euro. TENARIS (TENR.MI) cede il 2,52%. ENI (ENI.MI) l‘1,39%.

* Ritraccia FIAT FIA.MI, ieri star della Borsa con un progresso record di +13,71% dopo l‘annuncio dei risultati trimestrali. Oggi il titolo cede il 2,29%, sottoperformando l‘indice DJ Stoxx paneuropeo di settore .SXAP che fa +0,12%. Si registra anche il taglio del target price a 12 euro da 15 da parte di SocGen, che conferma rating ‘hold’. * A due velocità le banche, ieri protagoniste della rimonta. Tra le blue-chip INTESA SANPAOLO (ISP.MI), che aveva terminato a +5,42, è ancora in rialzo di oltre il 2% “senza spiegazioni apparenti”, dice un trader; POPOLARE MILANO PMII.MI segna un progresso dello 0,6% dopo aver chiuso a +3,02%. MEDIOLANUM MED.MI invece è in calo dello 0,25% e UBI BANCA (UBI.MI) dello 0,12%. Nel Vecchio continente lo stoxx bancario .SX7P segna +0,38%.

* Sul fronte delle vendite si segnalano STM (STM.MI), che arretra dello 0,79% dopo esser cresciuto ieri di quasi il 6% sulla scia della trimestrale, e AUTOGRILL (AGL.MI) (-1,36%) all‘indomani di una seduta terminata in ascesa del 5,03%. Ancora negativo L‘ESPRESSO ESPI.MI, -1,56%, dopo l‘annuncio di ieri di risultati di bilancio deludenti.

* Si salvano dal rosso una manciata di titoli, tra cui GEOX (GEO.MI), maglia rosa del listino principale con un rialzo di quasi il 4% grazie all‘upgrade di Deutsche Bank a ‘buy’. Brillante anche SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI (+3%) “per simpatia con il benchmark di settore, la rivale inglese YELL YELL.L, che balza del 12% a Londra dopo aver confermato la guidance 2008 su Ebitda”, osserva un trader.

* Seduta positiva per BULGARI BULG.MI (+3%), che “sfrutta il buon momento del settore lusso, come provano i dati dei competitor europei”, spiega un operatore. Ieri PPR (PRTP.MI) ha battuto le stime sul fatturato, mentre due giorni fa HERMES (HRMS.PA) ha riportato una crescita delle vendite del 12,8% nel primo semestre.

* Al di fuori del listino principale, ENERVIT (ENVT.MI), che debutta oggi sull‘Expandi1, è in rialzo del 19% circa a 2,39 euro dopo una sospensione al rialzo. Il titolo, collocato a 2 euro, scambia circa 27.000 pezzi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below