24 gennaio 2008 / 17:07 / tra 10 anni

Borsa Milano, con rally recupera perdite ieri, bene Fiat, banche

MILANO, 24 gennaio (Reuters) - In chiusura Piazza Affari conferma il rimbalzo innescato fin dalle prime battute trovando forza dalla tenuta di Wall Street e dai buoni dati economici americani.

Gli indici di borsa della borsa milanese recuperano le perdite della vigilia in una giornata in cui ha prevalso l‘ottimismo anche per le buone notizie sul fronte dei conti aziendali provenienti sia dall‘estero che dall‘Italia con Nokia e Fiat.

Scarso l‘impatto sui bancari delle notizia sulla frode interna ai danni della francese SocGen.

Tra gli operatori rimane comunque alta la cautela in un mercato che negli ultimi giorni è dominato dagli eccessi.

“E’ una classica seduta di rimbalzo in cui si torna a comprare sui minimi. I buoni dati sull‘occupazione americana e i conti di Nokia e Fiat hanno fatto sì che non ci siano solo segnali negativi”, commenta un gestore.

L‘indice S&P/Mib .SMIB sale del 3,94% e il Mibtel .MIBTEL del 3,68%. Lieve rialzo invece per l‘AllStar .ALLST +0,73%. Volumi intorno ai 6,9 miliardi di euro.

* Protagonista principale della seduta è FIAT FIA.M che festeggia con un ampio rally i conti 2007, in parte anche superiori alle attese, con i quali chiude la cura Marchionne iniziata nel 2004.

Il titolo della casa torinese chiude in rialzo del 3,5% dopo che in mattinata, dopo l‘annuncio del bilancio, era arrivata a toccare un rialzo del 10% che ha fatto quasi dimenticare lo scivolone di ieri. Intensi i volumi con il 9,6% del capitale scambiato.

* Pioggia di acquisti sui titoli che avevano sofferto di più durante gli ultimi scivoloni come PRYSMIAN (PRY.MI) e SAIPEM (SPMI.MI) che terminano in rialzo del 6% e del 6,69%.

* TENARIS TNR.MI, la migliore dell‘S%P/Mib, balza del 7,17% in un contesto positivo per gli energetici e petroliferi.

* STM (STM.MI) avanza di oltre il 5% tra tecnologici europei galvanizzati dai conti di Nokia (Stoxx +8,7%).

* Forti anche i bancari con UNICREDIT (CRDI.MI), la migliore tra le big con +5,28%, seguita da BANCO POPOLARE BAPO.MI con +5%, mentre il settore europeo guadagna il 6% nonostante le disavventure di Societe Generale. Debole POP MILANO PMII.MI (-0,6%)

“Le svalutazioni annunciate da Socgen per far fronte alla situazione sono minori delle attese e questo fa pensare che il più della pulizia dei conti è stata già fatta”, dice un trader commentando la scarsa reazione del settore bancario alle vicende dall‘istituto francese.

Tra gli assicurativi denaro su FONDIARIA SAI FOSA.MI (+4,9%). Cede nel finale UNIPOL (UNPI.MI) (-0,94%) mentre i trader parlano di un placement di titoli da parte di una banca d‘affari.

* IMPREGILO IPGI.MI estende le perdite nel finale e chiude con in calo del 4,86% “Ci sono voci di un collocamento di titoli”, dice un trader.

* Resta indietro ATLANTIA (ATL.MI) (-0,38%), che aveva resistito all‘ultima ondata di vendite e ALITALIA AZPIa.MI (-1,36%), quest‘ultima per i timori sulla crisi di governo e le possibili ripercussioni sulle trattative con Air France.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below