2 ottobre 2009 / 15:57 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude male con Europa, Fiat cede 4% su realizzi

MILANO, 2 ottobre (Reuters) - La mancanza di spunti a livello locale nel pomeriggio lascia Piazza Affari in balia degli umori di oltreoceano.

A pesare sulla seduta delle borse europee sono stati in particolare i dati deludenti sul mercato del lavoro Usa a settembre, che hanno spinto Milano a perdere fino oltre il 2%, e l‘inattesa flessione agli ordini all‘industria di agosto. Wall Street tuttavia ha mostrato una relativa tenuta arginando così un‘ulteriore discesa dei listini del vecchio continente.

“Sui singoli titoli non ci sono spunti particolari”, commenta un operatore. “In generale, sui mercati si è aspettato per tutto settembre un acquazzone che non è arrivato e anche questa ‘scossa’ di inizio ottobre mi sembra limitata”.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in calo dell‘1,74%, l‘AllShare .FTITLMS dell‘1,66% e il MidCap .FTITMC dell‘1,22%. Volumi nel finale intorno a 3,4 miliardi di euro.

Il benchmark europeo DJ Stoxx 600 perde l‘1,7% mentre a Wall Street gli indici mostrano ribassi nell‘ordine dello 0,2-0,4%.

* Tra i numerosi segni meno, in controtendenza MEDIOBANCA (MDBI.MI) con +0,4%. Regge anche BUZZI (BZU.MI), che avanza delllo 0,3%. “Sono temi su cui c’è denaro, i titoli non scendono”, osserva un trader.

* Sul fronte opposto piovono i realizzi su FIAT FIA.MI, -4% circa con volumi più che doppi rispetto alla media dopo il rialzo di quasi l‘8% della vigilia, e su EXOR (EXOR.MI) (-2%). Il settore auto europeo .SXAP cede quasi il 2%.

* Vendute in tutta Europa anche le banche (-2,5% lo Stoxx .SX7P). A Milano tra le big del settore UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) scendono di oltre il 2%. La peggiore nel paniere principale è POP MILANO PMII.MI con -2,8%.

* Dopo il forte calo di ieri TELECOM (TLIT.MI) limita le perdite allo 0,3%, tra tlc in calo di più dell‘1% nel vecchio continente .SXKP.

* MEDIASET (MS.MI) con un -2,8% si adegua alla negatività dei media europei .SXMP.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione GABETTI (GABI.MI) lascia sul terreno il 7,6% nell‘ultimo giorno di aumento di capitale. Sempre tra gli immmobiliari bene RISANAMENTO (RN.MI), +1,2%. Secondo indiscrezioni le banche creditrici sarebbero pronte a concedere una linea di credito di riserva per una eventuale contestazione fiscale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below