22 gennaio 2008 / 10:11 / 10 anni fa

Borsa Milano azzera perdite, giù Alitalia, recupera Unicredit

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Piazza Affari, molto volatile, dopo una partenza in netto calo in scia ai pesanti ribassi della vigilia azzera le perdite, allineandosi al movimento di recupero delle principali borse europee.

Il nervosismo e l‘incertezza dettati dai cresenti timori per una recessione Usa non si sono tuttavia ancora placati in attesa di segnali nel pomeriggio da Wall Street, ieri chiusa per il Martin Luther King Day.

“I mercati sono totalmente in preda all‘irrazionalità. Nel giro di un weekend si è passati dalla convinzione di un rallentamento soft al quella di una recessione più profonda”, commenta un trader

“Adesso il mercato rimbalza sui supporti dopo che due gap consecutivi, come ieri e oggi ha portato l‘indice S&P/Mib quasi in area 32.000 e l‘Eurostoxx a quota 3.500”, aggiunge.

Alle 11,05 l‘indice S&P/Mib .SMIB segna un rialzo dello 0,14%, il Mibtel .MIBTEL cala dello 0,21%. In ribasso anche l‘indice AllStar .ALLST, -1,6%. Volumi attorno ai 2,7 miliardi di euro.

* Mentre nel paniere principale si affacciano i primi segni positivi, rimane la pressione in vendita su ALITALIA AZPIa.MI (-4,14%) anche se sopra i minimi del difficile avvio, quando il titolo è stato congelato per eccesso di ribasso e per scostamenti tra contratti.

A pesare sulla compagnia area sono le difficoltà del governo e le possibilità di una crisi che potrebbero rendere difficile la trattativa in esclusiva con Air France per la vendita del pacchetto di controllo, sottolineano i trader.

“La possibilità che il governo cada non fa certo bene al titolo in questo momento”, commenta un trader, mentre il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ricorda come il presidente e Ad di Alitalia, Maurizio Prato, abbia pieni poteri per condurre le trattative, anche in caso di crisi.

* Tra i pochi titoli in territorio positivo, spicca UNICREDIT (CRDI.MI) titolo martoriato dalle ultime vendite, in salita dello 0,8% ma resta sempre sotto i 5 euro.

* BANCO POPOLARE BAPO.MI, UBI BANCA (UBI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) completano il quadro delle principali banche che rialzano la testa dopo le ultime cadute. Intesa sale dopo una breve sospensione al rialzo sul prezzo di controllo.

* Bene ITALCEMENTI ITAI.MI che balza del 4,6%. Il titolo proviene da uan lunga fase di correzione. LOTTOMATICA LTO.MI, è in rialzo dell‘1,8%

* Tornando al fronte dei ribassi ATLANTIA (ATL.MI) è il peggior titolo dell‘indice S&P/Mib con un calo del 4,2% malgrado la revisione al rialzo del 2,5% del target price, a 23,9 euro, da parte di Jp Morgan che però conferma il giudizioo “underweight”.

* Tra le meggiori perdite, energetici e petroliferi con i big ENEL (ENEI.MI) e ENI (ENI.MI) in cali attorno al 2%. Male gli editoriali SEAT PG.MI e L‘ESPRESSO ESPI.MI, e le tlc TELECOM ITALIA (TLIT.MI) e FASTWEB FWB..MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below