21 maggio 2008 / 09:31 / 9 anni fa

Borsa Milano in recupero dopo Ifo, balza Atlantia, bene petrolio

MILANO, 21 maggio (Reuters) - Piazza Affari, volatile, passa in positivo dopo la pubblicazione dell‘indice Ifo sul clima economico tedesco, migliore delle attese.

Il listino milanese è sostenuto dagli energetici i cui rialzi non riescono, tutttavia, a controbilanciare i ribassi dei titoli del lusso, auto e assicurativi. Corre Atlantia.

“L‘indice Ifo ha fornito un timido segnale di recupero, ma l‘incertezza del clima sui mercati sembrerebbe vanificare ogni tentativo di vero rimbalzo anche perchè non ci sono i volumi necessari” commenta un trader.

Alle 11,15 circa l‘indice S&P/MIB .SPMIB è in rialzo dello 0,4%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,45%, mentre l‘AllStar .ALLST è in frazionale calo dello 0,04%. Volumi attorno a3,2 miliardi di euro. * Balza ATLANTIA (ATL.MI) (+5%) che si porta in testa al listino principale sulla notizia che il governo ha presentato un emendamento al decreto di attuazione degli obblighi comunitari in cui si approva la nuova convenzione tra Autostrade per l‘Italia e Anas. Il decreto va oggi pomeriggio alle 15,00 all‘esame dell‘aula della Camera e dovrà poi passare al Senato.

* Gli acquisti si concentrano su petroliferi ed energetici grazie ai nuovi record del petrolio: SAIPEM (SPMI.MI) avanza del 3% e ENI (ENI.MI) del 2%. In salita ERG (ERG.MI) e SARAS (SRS.MI). Bene anche SNAM (SRG.MI), A2A (A2.MI), ENEL (ENEI.MI) e TENARIS (TENR.MI).

* Tra gli editoriali, all‘indomani dei forti cali, rimbalza SEAT PGIT.MI (+3%) beneficiando anche della decisione dell‘agenzia di rating S&P‘s, annunciata ieri a mercato chiuso, di rimuovere la società dal CreditWatch con implicazioni negative.

In recupero anche MEDIASET (MS.MI) (+2%) dopo lo scivolone di ieri, ma rimane debole MONDADORI (MOED.MI).

* Soffrono anche oggi i titoli del lusso penalizzati dall‘ulteriore indebolimento del dollaro. LUXOTTICA (LUX.MI) in fondo all‘S&P/Mib scivola del 3%.

* Debole FIAT FIA.MI (-1,5%) dopo il taglio del target price da parte di Merrill a 18 da 21 euro in un contesto negativo per le auto in tutta Europa (Stoxx -1,5%).

“Le auto soffrono anche dei continui rialzi del petrolio”, spiega un trader.

* Trascurate le banche, negative in Europa. UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) sono anche penalizzate dal taglio del target price da parte rispettivamente di Goldmam Sachs e di Credit Suisse. Tra gli assicurativi spicca il ribasso di UNIPOL (UNPI.MI) a -2,7.

“Unipol soffre di motivazioni tecniche dopo lo stacco dei dividendi. Si aspetta ancora un pò per rientrare sul titolo”, secondo un tarder.

* Ritraccia IMPREGILO IPGIMI, cedono terreno i cementieri.

* Tra le small e mid cap ANSALDO STS (STS.MI) sale del 2% ma in calo dai maggiori rialzi della mattinata dopo che FINMECCANICA SIFI.MI ha definito “priva di fondamento” la notizia riportata oggi da un quotidiano finanziario oggi circa le intenzioni del gruppo di cedere il 40% in Ansaldo Sts per reperire risorse necessarie all‘offerta su Drs.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below