21 febbraio 2008 / 11:56 / tra 10 anni

Borsa Milano in rialzo, Fiat cancella calo, debole Atlantia

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Mercato quasi immobile a Piazza Affari sostenuto dal buon andamento degli Usa nella notte, dopo le dichiarazioni distensive sui tassi Usa di ieri.

Interesse su pochi titoli che vedono movimenti contenuti rispetto ai livelli dell‘apertura.

La banca centrale Usa ha detto ieri che un‘eventuale ulteriore discesa dei prezzi degli immobili è considerata un grave rischio. Gli analisti ritengono che la Fed abbia in questo modo spianato la strada a nuovi tagli dei tassi.

Alle 12,40 l‘indice S&P/MIB .SPMIB sale dell‘1,3%, il Mibtel .MIBTEL dell‘1,25%.

* FIAT FIA.MI torna nel terreno positivo. Il titolo ha perso terreno nella mattina dopo la notizia della nomina dell‘AD Sergio Marchionne come vicepresidente esecutivo di Ubs. Marchionne ha detto in una nota che il nuovo incarico è compatibile con il suo ruolo nella società automobilistica.

* Debole ATLANTIA (ATL.MI) (-0,2%) sull‘incertezza sul fronte normativo, dopo le indicazioni contraddittorie arrivate sulla vicenda del decreto Milleproroghe.

* ITALCEMENTI ITAI.MI (+3,2%) e BUZZI UNICEM BUZ.MI (+4,2%) sono tra i migliori del listino dopo che JP Morgan ha alzato il rating a overweight da neutral. I target price sono stati rivisti rispettivamente a 21,7 euro da 21,5 euro e a 25,5 euro da 24,10 euro. La banca di investimento ritiene che le notizie negative sui prezzi del cemento in Italia siano ormai alle spalle e che le revisioni sono dovute alla sottovalutazione dei due titoli.

* In evidenza SAIPEM (SPMI.MI) (+3,2%) - mentre la rivale Technip sale in Francia del 5% - e TENARIS (TENR.MI) (+4,7%), legati al settore petrolifero, sostenuti da un greggio che resta sopra quota 100 dollari al barile. ENI (ENI.MI) +1,2% da +0,8% dell‘Euro Stoxx di settore.

* ALITALIA AZPIa.MI si muove in stretto range (+1,9%) dopo che il Tar ha bocciato il ricorso di Air One che chiedeva di sospendere la trattativa in esclusiva con Air France (AIRF.PA). “Il mercato sembra aver preso bene la notizia, ma il titolo è molto speculato e sulla questione ci sono opinioni diverse”, dice un dealer, che ricorda come rimangano dubbi sulle sorti della trattativa, in vista delle prossime elezioni politiche.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) recupera dopo i recenti ribassi, ma si tiene in linea con l‘EuroStoxx di settore. Il titolo è rimasto sotto pressione nei giorni scorsi sui timori di aumento di capitale smentito però dall‘AD. Ora sembra aver superato la fase critica, anche se restano gli interrogativi su come Telecom affronterà la questione del debito e dei nuovi investimenti. Ieri analisti sentiti da Reuters hanno detto di attendere dismissioni, citando Alice France e Telecom Italia Media, una conversione delle risparmio con conguaglio e il taglio della cedola. Un gestore ha sottolineato come il focus di Telecom Italia, dal 1999, sia stato finanziare i debiti dell‘Opa di Colaninno prima e poi di Olimpia, la holding di controllo del gruppo. Il nuovo AD ha detto invece in diverse occasioni che i suoi obiettivi sono di tipo industriale.

* Sempre volumi sostenuti su TISCALI (TIS.MI), positiva dopo il calo di ieri, ma che resta sotto quota 2 euro, livello considerato cruciale per un‘eventuale Opa. Il mercato specula da settimane su un‘offerta da parte di un operatore estero.

* SAFILO (SFLG.MI) in netto rialzo (+4,2%) in attesa dei risultati domani. Secondo un report di Cazenove non sono attese siorprese dai dati, ma il titolo tratta a sconto rispetto a Luxottica, con un EV/Ebitda sulle stime 2008 pari a 6 rispetto a 10 del gruppo Luxottica.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below