21 luglio 2008 / 07:48 / tra 9 anni

Borsa Milano positiva, acquisti tecnici, corre Luxottica

<p>REUTERS/Kai Pfaffenbach/Files</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari inizia la settimana sulla scia della precedente, mettendo in carniere una seduta positiva.

I mercati sono stati confortati dalla trimestrale di Bank of America, che, ripetendo un copione già visto la settimana scorsa con altre banche, ha superato le previsioni.

Milano, poi, segnalano i trader, è stata mossa da alcuni temi speculativi e da acquisti tecnici.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha guadagnato lo 0,43%, il Mibtel lo 0,65% e l‘AllStars l‘1,41%. Volumi tipici del periodo estivo, per un controvalore di circa 2,8 miliardi di euro.

* In evidenza LUXOTTICA, che ha realizzato un balzo del 5,63%, con volumi superiori alla media. Analisti e trader parlano di un mix di acquisti tecnici e indicazioni positive sull‘andamento dell‘economia Usa.

* La chiusura delle posizioni short e gli acquisti di titoli molto penalizzati, secondo gli operatori, sono alla base anche dei rally di GEOX (+4,7%) e, fra le small e mid cap, di BEGHELLI (+17,95%), STEFANEL (+9,41%) e BASICNET (+7,48%).

* IMPREGILO ha guadagnato il 3,29%, spinta per l‘intera seduta dalle indiscrezioni di stampa secondo cui Igli è pronta ad esercitare l‘equity swap sul 3% di Abn Amro, che la obbligherebbe a lanciare un‘offerta su Impregilo a 4,16 euro per azione. La corsa del titolo si è un po’ affievolita, ma non esaurita, dopo che IMMOBILIARE LOMBARDA (-0,06%) e Igli hanno, rispettivamente, smentito e precisato che non è stata presa alcuna decisione.

* Le banche hanno beneficiato soltanto in parte della trimestrale di Bank of America, facendo peggio dello stoxx europeo di settore (+0,89%). BANCO POPOLARE si è stagliato sul gruppo, +3,54%, grazie al volo della partecipata BANCA ITALEASE: +17,5% dopo che DZ Bank ha ribadito di voler creare una joint venture con l‘istituto italiano.

* Bene gli energetici, che si sono giovati della nuova impennata delle quotazioni del petrolio: TENARIS +2,74% e SAIPEM +1,08%, mentre ENI ha limitato il progresso allo 0,18%, sebbene Lehman l‘abbia indicata come top pick del settore petrolifero.

* In denaro le utilities, a dimostrazione, argomenta un dealer, che “la bufera è tutt‘altro che passata e i difensivi continuano a piacere”: ENEL +1,93%, SNAM RETE GAS +1,78%, TERNA +1,59% e A2A +0,97%.

* Rimbalzi tecnici, secondo i dealer, anche per SEAT PAGINE GIALLE (+3,55%) e FIAT (+1,83%).

* TELECOM ITALIA ha registrato un progresso dell‘1,21%, accelerando dopo la pubblicazione dell‘intervista di Reuters a Marco Fossati, azionista al 4,45%, in cui si parla dei vantaggi dell‘integrazione con Telefonica.

* Tra le small e mid cap, NAVIGAZIONE MONTANARI è balzata del 10,64% dopo che, venerdì scorso, G&A Montanari ha annunciato il lancio di un‘opa finalizzata al delisting.

* I trader segnalano i balzi di altri potenziali target di delisting, come, restando alla nautica, AICON (+7,47%), o la già citata Beghelli e NEGRI BOSSI (+10,39%).

* CSP INTERNATIONAL FASHION GROUP è avanzata del 4,56% nella giornata in cui ha annunciato l‘acquisto del marchio Liberti (corsetteria).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below