21 aprile 2008 / 07:37 / tra 9 anni

Borsa Milano appesantita da finanziari e industria, bene energia

<p>Un trader di borsa REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta debole, caratterizzata dal ritorno delle vendite sui bancari dopo la trimestrale di Bank of America e dall‘andamento in controtendenza degli energetici.

Sul listino ha pesato lo stacco del dividendo di diverse società dell‘indice principale ovvero FIAT, ESPRESSO, PARMALAT, PRYSMIAN e TELECOM), nonché la scadenza dei derivati.

Un dealer motiva la “mollezza” del mercato anche con una nota dell‘ufficio studi di Morgan Stanley, in cui “si dichiara concluso il rally delle ultime settimane”.

In chiusura, l‘indice S&P/MIB ha perso lo 0,64%, il Mibtel lo 0,65% e l‘AllStar lo 0,15%. Scambi modesti, per un controvalore di circa 4,1 miliardi.

* Complessivamente male i bancari, zavorrati dalla trimestrale di Bank of America, che ha mostrato utili inferiori alle attese e ha incrementato la riserva e gli accantonamenti. MONTEPASCHI è scesa dell‘1,71%, MEDIOBANCA dello 0,67%, MEDIOLANUM dello 0,89% e UNICREDIT dello 0,56%.

* Fuori dal coro POP MILANO, avanzata dell‘1,74% dopo l‘assemblea. Il presidente del gruppo, Roberto Mazzotta, ha parlato di una situazione tranquilla all‘interno della banca, che dovrebbe favorire la crescita, mentre l‘associazione Bpm 360° ha attaccato i sindacati sulla governance.

* In denaro gli energetici, che hanno fatto meglio dello stoxx europeo di settore (+0,07%), spinto dalla corsa del greggio. SAIPEM ha messo a segno un progresso dell‘1,9% e la controllante ENI dello 0,84%, aiutate, dice un trader, dalla chiusura di un accordo in Qatar sul gas e dalla prospettiva che, con il nuovo governo guidato da Silvio Berlusconi, il Cane a sei zampe approfondisca i legami con la russa Gazprom. In un report, Dresdner conferma il giudizio “buy” su Eni e dice di attendersi un utile per azione di 0,77 euro.

* La forza dell‘euro rispetto al dollaro pesa negativamente sulle società maggiormente votate all‘export. BULGARI ha perso il 2,45%, colpita, sostiene un dealer, anche “dalle prese di beneficio”. In calo AUTOGRILL (-1,78%) e LUXOTTICA (-2,07%).

* TELECOM ITALIA negativa, ma meglio dello stoxx europeo di settore (-1,77%) considerando lo stacco della cedola da 8 cent. Il titolo è arretrato dell‘1,82%. Il mercato attende l‘aggiornamento del piano industriale, previsto entro fine anno.

* PIRELLI, secondo un dealer, ha pagato dazio alla scelta di far slittare al prossimo autunno la presentazione del piano industriale: -2,04%.

* In rosso i titoli ciclici, in particolare quelli delle società cementiere e attive nelle costruzioni. ITALCEMENTI è calata del 2,19%, IMPREGILO del 2,14% e BUZZI UNICEM dello 0,65%.

* Male gli assicurativi, in linea con lo stoxx europeo di settore (-1,7%). FONDIARIA-SAI ha lasciato sul terreno l‘1,73% nella giornata in cui l‘AD Fausto Marchionni ha detto di non vedere acquisizioni entro l‘anno. Segno meno anche per ALLEANZA, -0,47%, e GENERALI, -0,65%.

* Dopo una prima parte positiva, FIAT ha virato in negativo: -0,18%. Il Lingotto stacca una cedola di 40 cent.

* Bene i media: MONDADORI ha guadagnato il 2,87%, SEAT lo 0,75% e L‘ESPRESSO, che stacca una cedola di 17 cent, lo 0,86%.

* STMICROELECTRONICS è arretrata dell‘1,1%, sebbene la società abbia confermato le stime sui risultati 2008 dopo un articolo pubblicato in Finlandia in cui si parlava di rallentamento del fatturato. Un operatore ricorda che, negli Usa, sono attesi i risultati di Texas Instruments.

* TENARIS ha guadagnato il 2,96%, ma con volumi in media. I trader non danno motivazioni per questo rialzo.

* Fra le small e mid cap, AS ROMA è rimasta sospesa per eccesso di rialzo per gran parte della seduta, segnando un prezzo massimo di 1,16 euro (+13,95%), nonostante il club giallorosso abbia diffuso un comunicato per smentire di aver ricevuto un‘offerta dagli Emirati Arabi.

* FIERA MILANO ha realizzato un progresso del 12,78%: un dealer giustifica il balzo “con il successo del Salone del mobile”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below