20 marzo 2008 / 10:31 / 10 anni fa

Borsa Milano in calo, bene Tiscali, pesante Telecom

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Seduta in rosso per Piazza Affari, che segna una flessione di un punto percentuale, peggiore di quella delle principali borse europee esclusa Zurigo.

La necessità di chiudere le posizioni prima del lungo ponte pasquale spinge gli operatori alla vendita. Intorno alle 11,20 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede l‘1,02%, il Mibtel .MIBTEL l‘1% e l‘AllStars .ALLST lo 0,82%. Volumi elevati per un controvalore di 2,2 miliardi di euro in una giornata ricca di scadenze tecniche.

* In lieve calo le banche principali del listino delle blue-chip. INTESA SANPAOLO (ISP.MI) riduce le perdite dell‘avvio a -0,66% nel giorno di presentazione dei risultati 2007, primo bilancio annuale post-fusione. Alleggerisce il rosso MONTE DEI PASCHI DI SIENA (BMPS.MI), in discesa dello 0,84%, così come MEDIOBANCA (MDBI.MI), MEDIOLANUM MED.MI che perdono rispettivamente lo 0,25, lo 0,94%. Fa peggio UNICREDIT (CRDI.MI) con un calo dell‘1,48%. A livello europeo l‘indice di settore .SX7P cede lo 0,52%.

* Scivola del 3,85% TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che ieri ha lasciato sul terreno il 5,39%. Il titolo, dice un analista tecnico, potrebbe essere oggetto di vendita in un giorno di chiusura di posizioni in vista del ponte di Pasqua.

In riferimento alle voci di ricapitalizzazione di ieri -- poi smentite --, un gestore commenta: “Può anche essere vero che non ci sia un aumento di capitale, viste le difficili condizioni del credito. Tuttavia credo che non farebbero male al titolo. Il titolo ha bisogno di liquidità”.

* Rimbalza SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, dopo la débacle delle ultime sedute. La società “potrebbe anche rimbalzare molto”, dice un gestore. “Le valutazioni dei broker sul titolo sono quasi doppie rispetto al valore di Borsa. L‘upside teorico per molti broker è notevole”. In avvio il titolo perdeva quasi il 4%.

* ALITALIA AZPIa.MI vive l‘ennesima seduta schizofrenica con gli investitori che cercano di sfruttare al rialzo la notizia di un‘eventuale offerta migliorativa suggerita dalle parole del leader del PdL Silvio Berlusconi. “Mi sembra l‘unica notizia che possa essere presa dal mercato come idea al rialzo”, osserva un dealer.

Il titolo resta sospeso per eccesso di rialzo, segnando una crescita teorica del 29,45% a 0,4 euro. Gli investitori guardano al nuovo incontro di oggi tra i vertici di Air France (AIRF.PA) e Alitalia e i sindacati.

* In buona crescita STM (STM.MI) che guadagna oltre il 4% dopo la seduta della vigilia, in cui era stata penalizzata dall‘indebolimento del dollaro.

* In netto avanzamento PIRELLI & C. PECI.MI che ieri ha terminato con un balzo del 6,32% e scambi molto superiori alla media. In controtendenza rispetto alla capogruppo è PIRELLI REAL ESTATE (PCRE.MI) che cede l‘1,29%.

* Vola TISCALI (TIS.MI), in salita dell‘8,77% dopo aver annunciato la ricerca di un advisor per aggregazioni. “La notizia lascia pensare che ci sia un interesse da parte di altre società e che il titolo possa essere valorizzato sopra gli attuali corsi”, dice un gestore.

* Sul fronte dei ribassi si segnala RISANAMENTO (RN.MI), che prosegue la discesa inziata due giorni fa perdendo il 12,71%. Ieri il titolo della società immobiliare che fa capo a Luigi Zunino era stato protagonista di un‘altra giornata nera e aveva chiuso in calo del 23,75%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below