18 marzo 2008 / 12:14 / 10 anni fa

Borsa Milano positiva con banche, bene Fiat, pesante Alitalia

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Continua il rimbalzo degli indici a Piazza Affari, anche se i volumi restano bassi con gli investitori in attesa di spunti dagli Stati Uniti.

Sui listini si mettono in luce le banche, mentre Alitalia AZPIa.MI appesantisce le blue-chip con un calo del 15%.

“Il mercato è senz‘altro migliore di ieri, ma i volumi sono molto bassi”, dice un‘operatrice. “Aspettiamo di vedere cosa farà Goldman Sachs. Saranno loro i veri catalizzatori dell‘attenzione a Wall Street”, dice.

Alle 13,00 l‘indice S&P/Mib .SPMIB avanza del 2,44%, il Mibtel .MIBTEL del 2,14% e l‘Allstars .ALLST dello 0,35%. Volumi a 1,7 miliardi.

Gli indici sui futures Usa sono in rialzo di circa un punto e mezzo percentuale. Quello sull‘S&P 500 SPM8 avanza dell‘1,54%, il derivato sul Nasdaq NDM8 l‘1,2 e quello sul Dow Jones DJM8 l‘1,07%.

* Peggior titolo di Piazza Affari è ALITALIA AZPIa.MI, che segna un ribasso del 14% a 0,33 euro. La società, che ieri ha chiuso in calo di quasi il 27%, è tornata in negoziazione alle 11,32 dopo esser stata sospesa quasi tutta la mattinata.

Sconsolati i commenti che giungono dalle sale operative: “Dopo l‘accordo con Air France, Alitalia non ha più nulla da dare. Che appeal può avere sul mercato un‘azienda in dissesto?”.

Nulla di buono, dal punto di vista del mercato, è atteso poi dall‘incontro di oggi con i sindacati. Secondo un operatore, infatti, “l‘offerta di Air France può soltanto peggiorare, se si aprirà una contesa con i sindacati [sugli esuberi]”.

* In testa al listino principale brilla ancora FINMECCANICA SIFI.MI con un rialzo del 5% sulla scia dei risultati 2007. La seguono a una certa distanza LUXOTTICA (LUX.MI) e FONDIARIA-SAI FOSA.MI, in salita entrambe di quasi il 4%.

* Rimbalza tutto il comparto bancario in linea con l‘Europa, dove il sottoindice di settore .SX7P mette a segno la performance migliore dello Stoxx con un rialzo del 4,81%. Bene MONTE DEI PASCHI (BMPS.MI), MEDIOLANUM MED.MI e POPOLARE MILANO PMII.MI, in crescita tutte e tre di quasi quattro punti percentuali. Un po’ inferiore il rialzo di INTESA SANPAOLO (ISP.MI), MEDIOBANCA (MDBI.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI), intorno al 3%.

* Tonica FIAT FIA.MI, che guadagna il 3% in linea alle auto europee. Il settore .SXAP infatti avanza del 3,1%.

* Si raffredda l‘entusiasmo su IMPREGILO IPGI.MI, balzata in mattinata in cima al listino principale. Il titolo, che ieri ha chiuso in calo di oltre sette punti percentuali, limita il rialzo a +1,39%.

* Ben comprati alcuni editoriali come L‘ESPRESSO ESPI.MI e MEDIASET (MS.MI), che guadagnano rispettivamente il 2,51% e l‘1,59%.

* In controtendenza sul più ampio Mibtel è SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, in forte calo per la seconda seduta consecutiva nel giorno dell‘annuncio dei risultati. “Il titolo ormai non vale più niente, solo 13 centesimi. I competitor non sono messi in una situazione così drammatica. Seat soffre di problemi suoi”, è l‘opinione di un trader.

* Gira in nero BANCA ITALEASE BIL.MI, che guadagna il 2,91%. Secondo un operatore “i risultati 2007 comunicati ieri sono di difficile lettura vista la riclassificazione delle voci di ricavo. Per maggiore chiarezza attendiamo la conference call delle 15.30”, dice.

* Lettera su ATLANTIA (ATL.MI), colpita da un taglio del target price da parte di Ubs.

* Sul fronte dei rialzi si segnalano alcune small-cap come AICON BW1.MI e DAVIDE CAMPARI (CPRI.MI), in risalita dai minimi di ieri nel giorno dell‘annuncio dei risultati.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below