18 dicembre 2007 / 08:48 / 10 anni fa

Borsa Milano chiude piatta, rimbalza Alitalia, corre Lottomatica

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta poco variata, azzerando i guadagni sul finale in scia all‘andamento di Wall Street.

<p>L'esterno della borsa di Milano. REUTERS/Daniele La Monaca</p>

Tra i singoli settori si mettono in luce i bancari, favoriti dalla massiccia iniezione di liquidità della Bce di questa mattina. Per loro “potrebbe essere l‘inizio di un rimbalzo”, osserva un operatore.

Ai movimenti di ricopertura sui diversi comparti dopo i forti ribassi della vigilia si sono tuttavia aggiunte le prese di profitto.

“Con l‘avvicinarsi della fine dell‘anno, c’è qualcuno che approfitta per chiudere le posizioni e ottenere liquidità”, sottolinea un altro trader.

L‘indice S&P/MIB chiude in marginale progresso (0,01%), mentre il Mibtel lascia sul campo lo 0,03%. L‘Allstars segna un calo dello 0,51%. Volumi attorno ai 4,3 miliardi di euro.

* Volatile ALITALIA. Il titolo chiude in rialzo dell‘1,1% a 0,7281 euro con volumi di oltre quattro volte superiori alla media giornaliera, mentre è in corso di svolgimento la riunione del Cda che dovrebbe prendere una decisione sul soggetto con il quale procedere alle trattative, anche se il mercato ormai scommette su un rinvio della decisione.

A metà mattina il titolo ha virato in negativo dopo le dichiarazioni del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi che si è detto favorevole ad un ulteriore approfondimento delle offerte presentate da Air France e AirOne, ma poi ha subito ripreso fiducia.

* Chiude in testa al listino dei titoli a maggiore capitalizzazione LOTTOMATICA. Il titolo fa un balzo del +2,95% con volumi più che raddoppiati rispetto alla media, dopo che l‘AD, Marco Sala, in una intervista al Sole 24 Ore, ha detto che nel 2007 il Lotto e il Gratta e Vinci genereranno una raccolta combinata di circa 14 miliardi di euro, facendo guadagnare al gruppo il ruolo di primo operatore mondiale nel campo delle lotterie.

* Tra i bancari spicca BANCO POPOLARE (+1,05%). Secondo alcune indiscrezioni sta per essere definita la short list dei candidati in lizza per rilevare una quota di Efibanca. Ben comprata anche UNICREDIT (+0,7%) dopo i forti ribassi della vigilia. L‘indice di settore europeo è in rialzo del 0,07%.

* Con un +0,53% SAIPEM è la migliore degli energetici, comparto appesantito sul finale dal rallentamento delle quotazioni del greggio.

Perdono forza sul finale SNAM e ENI, segnando una flessione rispettivamente dello 0,41% e dello 0,25%. Deboli per tutta la seduta ENEL (-0,37%) e TENARIS (-1,3%).

* Si rafforza invece nel pomeriggio FIAT. Il titolo chiude in progresso dello 0,2% con volumi in media, comunque sotto i livelli del benchmark di settore auto, migliore comparto del Vecchio Continente con un +0,89%.

* Lettera diffusa sugli editoriali, con SEAT PAGINE GIALLE, MONDADORI e L‘ESPRESSO tra i peggiori dell‘indice S&P/Mib con cali tra lo 0,76% e il 2,06%.

* Fuori dal paniere principale rimbalza CELL THERAPEUTICS (+7,57%) dopo la notizia della richiesta della società di anticipare la commercializzazione del nuovo farmaco antitumorale Xyotax.

* Prosegue la flessione di GEMINA (-3,1%), mentre recuperano dalle perdite della vigilia IPI (+1,99%) e DUCATI (+3,45%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below