15 febbraio 2008 / 12:14 / 10 anni fa

Borsa Milano in calo, accelera Fiat, piatta Eni

MILANO, 15 febbraio (Reuters) - Piazza Affari in calo a fine mattina indebolita con i bancari di nuovo in tensione in tutta Europa e l‘attesa di un avvio fiacco a Wall Street.

Accelera Fiat, si quieta Eni in attesa dei risultati.

“I bancari sono ancora malmessi, con il mercato innervosito questa volta dalle forti svalutazioni legate ai subprime annunciate dalla banca francese Natixis”, dice un‘operatrice. “A questo di aggiungono le scadenze tecniche e la chiusura di Wall Street lunedì, che spinge a chiudere posizioni e a non rischiare troppo”, continua.

Alle 13 l‘indice S&P/MIB .SPMIB cede lo 0,7% dopo un avvio positivo, Mibtel .MIBTEL -0,56%, l‘AllStars .ALLST -0,06%. Volumi intorno a 2,3 miliardi di euro.

Il futures sul Dow Jones DJH8 sale dello 0,06%, il derivato sull‘S&P SPH8 cede lo 0,14% e quello sul Nasdaq NDH8 lo 0,08%.

*Dopo una mattina volatile FIAT FIA.MI si scalda e sale di circa il 2%. Secondo un trader il titolo beneficia della smentita informale di Marchionne all‘ipotesi di assumere la guida di Ubs.

*Restano forti ATLANTIA (ATL.MI) (+1,3%), ieri debole, e PRYSMIAN (PRY.MI) (+2%). Balza FASTWEB FWB.MI.

* SAIPEM (SPMI.MI) scende dai massimi e sale dell‘1,2% dopo il balzo di oltre il 7% incassato ieri sulla scia di risultati e di dividendo. Azzera il rialzo ENI (ENI.MI) “sull‘attesa dei risultati” che dovrebbero essere comunicati a breve, dice una trader. I petroliferi europei perdono l‘1,1%.

*Sale dello 0,8% BULGARI BULG.MI. Exane, che conferma il rating “neutral”, si aspetta risultati definitivi 2007 sopra le guidance e un messaggio ottimista sul 2008. Per questo, “crediamo che il titolo possa iniziare a recuperare il recente deprezzamento”. Debole invece LUXOTTICA (LUX.MI) (-2%)

* Misti gli assicurativi, deboli buona parte dei bancari con INTESA SANPAOLO (ISP.MI) in calo dell‘1,5% e UNICREDIT (CRDI.MI) -0,9%. I bancari in Europa perdono l‘1,77%.

*Giù ALITALIA AZPIa.MI (-3%) dopo che le dichiarazioni di ieri di Air France, lette come un rinvio della decisione sull‘acquisto fino all‘arrivo del nuovo governo.

*Balza del 6,6% TISCALI (TIS.MI) con volumi. “Saranno le solite indiscrezioni di interesse da parte di operatori esteri”, commenta un dealer.

*Tra le small e midcap, perdite consistenti per STEFANEL (STEP.MI), che ha annunciato un 2007 in rosso e un piano al 2010 “più aggressivo” che prevede anche un aumento di capitale.

*BIESSE (BSS.MI) perde il 5% dopo i risultati. Cazenove scrive che ricavi e utili appaiono a prima vista inferiori alle attese, ma sono invece “in linea” se si tiene conto dell‘impatto di uno sciopero a dicembre.

*Brillante ACOTEL (ACO.MI), la cui controllata Noverca si avvia a diventare operatore mobile virtuale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below