15 luglio 2008 / 09:25 / 9 anni fa

Borsa Milano in netto calo, pesano timori credito e inflazione

MILANO, 15 luglio (Reuters) - I nuovi timori legati alla crisi creditizia e all‘inflazione affossano Piazza Affari, che consolida le perdite a braccetto con le altre borse europee.

Al collasso di IndyMac IMB.N venerdì si è aggiunto il report di Lehman di ieri, secondo cui Washington Mutual (WM.N) potrebbe andare incontro a nuove svalutazioni per 26 miliardi di dollari, mentre il piano di salvataggio del governo statunitense per salvare i due colossi dei mutui Freddie Mac FRE.N e Fannie Mae FNM.N viene interpretato dai trader come un ulteriore segnale di debolezza del mercato.

“E’ tutto legato ai timori sul credito dopo Freddie Mac e Fannie Mae. Non si può parlare di panic selling ma di tendenza ribassista. Il mercato scende costantemente, manca l‘accelerazione del trend che poi determina anche l‘inversione”, dice un operatore secondo cui i timori sono giustificati ma non fino a questi livelli.

Intorno alle 11,10 l‘S&P/Mib .SPMIB cede l‘1,31% non lontano dai minimi di giornata che sono anche minimi annuali. Il Mibtel .MIBTEL è in flessione dell‘1,32%, mentre l‘AllStars .ALLST cede l‘1,53%.

Secondo le cifre Istat l‘inflazione italiana in giugno è salita al 3,8% su base tendenziale, trainata al rialzo, ancora una volta, dal rincaro di derrate alimentari e petrolio.

* Fanalino di coda del listino principale PARMALAT (PLT.MI). Sui corsi del titolo grava la revisione al ribasso della guidance per il 2008 annunciata ieri a mercati chiusi. “Già se i risultati non sono buoni le vendite ti puniscono, figuriamoci con una revisione delle stime. E’ un mercato a cui non piacciono le incertezze, e ancora di meno le certezze negative”, argomenta un operatore. Il titolo cede il 5,9% a 1,531 euro dopo essere scivolata sui minimi da marzo 2003 a 1,52 euro.

* Lettera diffusa su SAIPEM (SPMI.MI) (-2,61%), dopo che Lehman ha rimosso il titolo da “european recommended portfolio”, mentre la corsa dei prezzi dell‘oro nero offre sostegno a ENI (ENI.MI), in rialzo di oltre mezzo punto percentuale.

* SNAM RETE GAS (SRG.MI) cede oltre due punti percentuali a 4,0375 euro. Santander si aspetta un risultato positivo nel secondo trimestre, che dovrebbe risultare in linea con l‘andamento annuale. La banca ha confermato il rating ‘buy’ sul titolo e fissato un target price di 4,58 euro.

* Resistono sopra la parità anche TENARIS (TENR.MI), LOTTOMATICA LTO.MI, GEOX (GEO.MI), positiva nonostante il nuovo rafforzamento dell‘euro sul dollaro, e FINMECCANICA SIFI.MI. Concluso l‘acquisto dell‘americana Drs DRS.N Finmeccanica conta di raggiungere una quota di mercato del 10% nel 2010 nei settori aero-elicotteristico e difesa.

* Sempre all‘interno del lusso, BULGARI BULG.MI cede l‘1,75%. In un‘intervista a MF l‘AD del gruppo ha annunciato l‘apertura di almeno 10 punti di vendita nei prossimi due anni.

* Particolarmente presi di mira i bancari sulle preoccupazioni legate alla crisi creditizia (DJ Stoxx di setore .SX7P -2,6%). Rappresenta un‘eccezione POP MILANO BMPII, che strappa di oltre il 4% dopo le osservazioni e le critiche rivolte da Bankitalia al Cda sullo statuto, governance e costi troppo elevati.

* IMPREGILO IPGI.MI cede il 3,05%, con il mercato che sembra non credere ai rumour secondo cui il sequestro preventivo di 750 milioni di euro relativo al termovalorizzatore in Campania potrebbe essere completamente azzerato. Secondo una nota di Abaxbank questo renderebbe disponibile la somma per eventuali investimenti.

* Fuori dal paniere delle blue chip, si mettono in luce RDB RDB.MI (+6,12%) e AEFFE (AEF.MI) (+2%), mentre salta all‘occhio il pesante calo delle BUONGIORNO BVIT.MI (-5,73%) che hanno abbassato ulteriormente il mimnimo del 10 luglio.

* Sui massimi di seduta, ma sempre in rosso, DIASORIN (DIAS.MI) dopo che Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo a 13,85 euro da 12,87.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below