14 febbraio 2008 / 08:24 / 10 anni fa

Borsa Milano positiva nonostante Bernanke, vola Saipem, giù Fiat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari mette a segno la terza seduta consecutiva positiva, ma il progresso, arrivato a oltre un punto percentuale, si è decisamente ridimensionato nel finale, dopo le parole di Bernanke su nuove svalutazioni legate ai subprime in arrivo per le banche.

<p>Un operatore di borsa al lavoro. REUTERS</p>

In precedenza, spiega un trader, “i mercati erano stati rassicurati dal presidente della Fed, che aveva accennato a ulteriori tagli dei tassi e a una ripresa dell‘economia nella seconda parte dell‘anno”.

A sostenere il listino, consentendo a Milano di smarcarsi da Wall Street e dalle altre piazze europee, sono stati una generale riscoperta dei ciclici e il rally di SAIPEM, che ha terminato in progresso del 7,35% dopo i risultati 2007 e, soprattutto, aver aumentato in modo consistente il dividendo.

In chiusura, l‘indice S&P/MIB ha guadagnato lo 0,32% e il Mibtel lo 0,18%, mentre l‘AllStars ha lasciato sul terreno lo 0,09%. Volumi per un controvalore di circa 5,2 miliardi di euro.

* UNICREDIT, che si conferma barometro del listino, ha terminato in rialzo, pur perdendo parte dei guadagni dopo le dichiarazioni di Bernanke. Negativa in mattinata in seguito, spiega un dealer, “alle indiscrezioni di stampa riguardanti un prezzo di vendita degli sportelli inferiori alle aspettative”, Piazza Cordusio ha cambiato direzione nel pomeriggio, chiudendo con un progresso dello 0,76% e tornando sopra quota 5 euro.

* In lettera gli altri finanziari, colpiti dalle parole di Bernanke. FONDIARIA-SAI è arretrata dell‘1,82%, POP MILANO dell‘1,61%, MONTEPASCHI dell‘1,37% e UBI BANCA dell‘1,16%.

* ENI (+1,45%), altro peso massimo dell‘indice S&P/Mib, ha beneficiato, spiega un trader, “dei risultati della controllata Saipem”, nonché “delle rassicurazioni sui derivati”, fornite attraverso una nota dopo un articolo di stampa.

* Seduta tonica per i ciclici. I cementieri si sono mossi in sintonia con lo stoxx europeo di settore, salito dell‘1,09%: BUZZI UNICEM ha guadagnato il 2,84% e ITALCEMENTI lo 0,42%. Buona performance anche per i titoli del settore costruzioni: TENARIS +1,79%. FINMECCANICA ha messo a segno un progresso dell‘1,73%.

* Prosegue il recupero dei media. MEDIASET è avanzata dell‘1,72% dopo che, riferisce un operatore, “Goldman Sachs ha alzato il target price a 8 da 7,70 euro”. L‘ESPRESSO ha terminato in rialzo dell‘1,31% e MONDADORI dello 0,94%, sebbene Dresdner abbia avviato la copertura del titolo con “reduce”.

* In controtendenza FIAT (-2,65%), che ha sottoperformato lo stoxx europeo di settore, in calo dell‘1,03%. Un dealer dice di ”non spiegarsi il ribasso“ del Lingotto, trovando come unica motivazione ”le stime sul mercato 2008 fornite dal ceo di Renault (Carlos Ghosn)“ in occasione della trimestrale”.

* Segno meno per le utilities. SNAM RETE GAS ha lasciato sul terreno il 2,79%, proseguendo il trend negativo cominciato ieri dopo la trimestrale. A2A ha perso l‘1,91%, recuperando dai minimi della mattinata, quando era circolata una voce di collocamento azionario, smentita con una nota nel pomeriggio.

* ALITALIA è salita dell‘1,34%. Il vice AD di Air France ha detto di attendersi una decisione entro metà marzo.

* Seconda seduta consecutiva in denaro per STMICROELECTRONICS: +1,68%. Un dealer spiega il buon momento del produttore di chip con “i risultati trimestrali dell‘altro giorno di Applied Materials”, società attiva negli impianti per la realizzazione di semiconduttori.

* Male AUTOGRILL (-2,3%), che continua a pagare dazio alla prospettiva di un mega-loan da 1 miliardo di euro per procedere a due acquisizioni.

* Fra le small e mid cap, l‘attesa per l‘esito della gara per il WiMax spinge RETELIT: +8,42%, con scambi molto superiori alla media.

* Forti acquisti sui titoli di alcune società che hanno diffuso i risultati 2007: FIDIA +4,36%, ENGINEERING +8,22% e COBRA +5,82%.

* POLTRONA FRAU ha perso il 7,72% dopo aver chiuso il 2007 con ricavi inferiori alle aspettative.

* CELL THERAPEUTICS è caduta del 12,29% dopo aver convertito bond per 9,1 milioni di dollari in azioni ordinarie.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below