13 marzo 2008 / 10:33 / 10 anni fa

Borsa Milano negativa,Unicredit e Mps cedono oltre 4%,Telecom su

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Piazza Affari prosegue in netto calo, in un generale movimento di ribasso trainato dai titoli bancari che coinvolge tutta Europa, mentre euro e greggio si mantengono su livelli record.

“Con la brutta chiusura dei mercati Usa e asiatici c’è poco da inventarsi. Sulle banche europee pesano i timori di ulteriori perdite legate a investimenti a rischio”, dice un trader.

Non aiuta a rasserenare il clima lo scivolone di Carlyle Capital che non ha trovato un accordo in extremis con i finanziartori. “E’ una brutta situazione”, commenta un operatore.

Alle 11,15 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede il 2,35%, il Mibtel .MIBTEL il 2,17% e l‘AllStars .ALLST l‘1,54%. Volumi per 1,5 miliardi di euro.

* Si mantiene in controtendenza TELECOM (TLIT.MI), che dopo il bagno di sangue dei giorni scorsi rimbalza di oltre il 5% con volumi ampiamente sopra la media. “Dopo il massacro che ha subito, doveva ricominciare a salire”, dice un dealer. “Ieri sono scattati i primi reintegri di garanzia, in qualche modo è necessario che l‘azione recuperi. Se si parla poi di fondi che potrebbero chiedere un cambio di strategia, tutti si buttano ad acquistare”. In calo del 4%, invece, FASTWEB FWB.MI, -2,7% TISCALI (TIS.MI) tra tlc europee in ribasso dell‘1%.

*Per il resto prevalgono le vendite. MPS (BMPS.MI), premiata ieri dal mercato dopo la presentazione del piano industriale, cede oggi il 5%.

UNICREDI (CRDI.MI) lascia sul terreno il 4,4% dopo aver diffuso stamane i risultati 2007. Citi e Cazenove parlano a caldo di dati inferiori alle attese, mentre un analista italiano li considera “sostanzialmente in linea”. E’ in corso intanto una presentazione a Londra dell‘AD Alessandro Profumo.

Cali superiori al 3% per MEDIOBANCA (MDBI.MI), POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI. Perde il 4% FONDIARIA SAI FOSA.MI. Balza invece ITALEASE BIL.MI (+3%). Secondo una fonte, sarebbero 3 o 4 i soggetti interessati a una partenership.

Le banche e le assicurazioni in Europa cedono in media più del 3%.

*In fondo al listino principale SEAT PGIT.MI (-5,6%). Il titolo “soffre la debolezza del settore e il suo ingente debito”, dice un operatore.

Tra i media, MEDIASET (MS.MI) cede il 3,9% (-2,7% il settore europeo) dopo aver presentato ieri i risultati agli analisti. Kepler parla di un “feedback positivo”, mentre Ubs ha deciso di rivedere al ribasso le sue stime sul 2008 dopo le indicazioni di raccolta dei primi mesi. ABN è negativa sulle prospettive del gruppo e prevede ricavi pubblicitari e utile in calo a fine esercizio. MONDADORI (MOED.MI) resiste con un -0,4%.

*FIAT FIA.MI in calo del 3,8% a 12,16 euro, grosso modo in linea con il settore europeo.

*Tengono i difensivi TERNA (TRN.MI) e SNAM (SRG.MI), ENEL (ENEI.MI) cede invece l‘1,6% dopo risultati che un analista giudica “sopra le attese sulla bottom line”.

*Tra i titoli più piccoli, spunti positivi su Guala Closures GCL.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below