12 febbraio 2008 / 12:16 / 10 anni fa

Borsa Milano accelera, in luce Fiat, recuperano banche

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Piazza Affari allunga il passo insieme alle altre borse europee, rassicurate dalla prospettiva di un avvio positivo a Wall Street, che estende i suoi effetti benefici anche sui bistrattati titoli finanziari.

“Stiamo assistendo a un rimbalzo generalizzato da livelli molto bassi”, dice una trader che cita ad esempio il consistente rialzo di Unicredit e Fiat.

Alle 13 il Mibtel .MIBTEL sale dell‘1,2%, l‘indice S&P/MIB .SPMIB dell‘1,32%, l‘Allstars .ALLST dello 0,99%. Volumi per circa 2,3 miliardi di euro.

Il futures sul Dow Jones DJH8 sale dello 0,29%, quello sull‘indice S&P SPH8 dello 0,44% e il derivato sul Nasdaq NDH8 dello 0,38%.

* PRYSMIAN (PRY.MI) guida il listino principale con un rialzo di oltre il 5% dopo il contratto da 23,3 milioni negli Emirati arabi annunciato ieri. Nella norma i volumi.

* Segue FIAT FIA.MI, che supera il +4% dopo la lettera della vigilia. Ieri, in serata, l‘AD Sergio Marchionne ha detto di non vedere nessun impatto negativo sulla domanda del mercato e di non temere effetti sul titolo dalla crisi sui mercati finanziari. Il gruppo si è rafforzato nel corso della mattina con l‘intero settore auto (+3% lo Stoxx europeo) grazie anche al dato migliore del previsto sulle aspettative per l‘economia tedesca (indice Zew).

* Continua a correre il settore energetico grazie al rincaro del greggio (+1,7% lo Stoxx europeo). ENI (ENI.MI) sale del 3% sostenuto anche dalle prospettive di un dividendo in crescita.

* Netto recupero dei bancari e assicurativi, con UNICREDIT (CRDI.MI) in rialzo del 2,5%. I trader parlano di semplice recupero e ricordano che l‘istituto è il più legato ai movimenti del settore bancario europeo (+1,5%). Rialzi sopra l‘1% per INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e FONDIARIA SAI FOSA.MI, lieve ribasso, ancora, per GENERALI (GASI.MI).

* Resta debole il comparto tlc (+0,4% in Europa), con TELECOM ITALIA (TLIT.MI) in calo dell‘1,6%. I titoli risparmio (TLITn.MI) smorzano il rialzo iniziale alimentato dalle indiscrezioni stampa sulle ipotesi di buyback o conversione.

FASTWEB FWB.MI (-0,5%) recupera decisamente dai minimi della mattina dopo il +13% di ieri innescato dalle attese di delisting. Swisscom ha dichiarato di non aver preso alcuna decisione in merito, pur mantenendo aperte le proprie opzioni. In rialzo dell‘1,6% TISCALI (TIS.MI) dopo le perdite di ieri.

* Tra i titoli più piccoli spunti su IPI AIMI.MI, sospesa al rialzo sulle prospettive di cessione della quota di controllo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below