11 luglio 2008 / 07:38 / 9 anni fa

Borsa Milano in netto calo, cadono cementieri e finanziari

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Brendan McDermid</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la settimana con un‘altra seduta in rosso, caratterizzata dalla sofferenza di finanziari e ciclici e dalla tenuta degli energetici.

“Un‘altra giornata su cui stendere un velo pietoso”, sintetizza un trader. “La corsa del greggio, i problemi di Fannie Mae e Freddie Mac, la caduta senza sosta di Lehman Brothers, i segnali di rallentamento dell‘economia, la conferma del dollaro su livelli elevati: tutte brutte notizie”.

“Sono saltati i fondamentali”, fa eco un dealer. “La speranza è che il cadavere che c’è nel settore bancario salti fuori in fretta”.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha perso il 2,68%, a 27.676 punti, nuovo minimo dal settembre 2004. Il Mibtel ha lasciato sul terreno il 2,48% e l‘AllStars l‘1,67%. Volumi in crescita, per un controvalore di circa 3,3 miliardi.

* Giornata di sofferenze per BUZZI UNICEM, che ha perso il 7,9% dopo aver toccato il nuovo minimo dell‘anno a 12,76 euro. Un dealer motiva il tracollo con il fatto che “i cementieri soffrono particolarmente gli incrementi dei tassi”. Un altro operatore ricorda che “il settore è ciclico e paga la frenata della crescita”. Lo stoxx europeo del comparto costruzioni è sceso del 4,19%. Ieri, Credit Suisse ha diffuso un report molto negativo sul settore, pronosticando una raffica di profit warning. Fra le società a rischio avvertimento sugli utili, il broker citava ITALCEMENTI, che, già debole ieri, oggi è arretrata del 4,92%. Buzzi Unicem, secondo Credit Suisse (che ha rating “outperform” e target price di 21 euro), non rischia di lanciare un profit warning. Da notare la flessione del 7,11% di ITALMOBILIARE, la holding a cui fa capo Italcementi. CEMENTIR HOLDING ha lasciato sul terreno il 6,13%.

* Male, restando al settore costruzioni, IMPREGILO: -4,43%.

* Segno più per gli energetici, grazie alla ripresa della corsa del petrolio. I trader sottolineano che senza il supporto di questo comparto (lo stoxx europeo è salito dello 0,28%) gli azionari europei avrebbero subito un tracollo. Fra i titoli, TENARIS ha guadagnato l‘1,71% e SAIPEM l‘1,98%, mentre ENI ha limitato la flessione allo 0,44%.

* Dopo la pausa di ieri, LOTTOMATICA è tornata in denaro: +0,99%.

* In netto ribasso, colpiti dalle notizie provienti dagli Usa, i bancari. MEDIOLANUM, positiva ieri, è scesa del 5,83%. INTESA SANPAOLO è arretrata del 4,83%, MONTEPASCHI del 4,34% e UNICREDIT del 3,18%. Sul mercato, riferiscono gli operatori, si parla con insistenza del fatto che le banche abbiano chiesto ad alcuni grandi investitori di aumentare i margini. Fuori dallo S&P/Mib, BANCA ITALEASE è precipitata dell‘8,07%.

* Tonico per gran parte della seduta, spinto dall‘attesa di un‘alleanza internazionale nell‘asset management, BANCO POPOLARE ha terminato in ribasso dello 0,86%.

* TELECOM ITALIA è scesa del 4,24% sui timori, riferiti dai trader, di una trimestrale deludente. Erosione di quasi 7% anche per TISCALI.

* FIAT ha lasciato sul terreno il 4,25%, in linea con lo stoxx europeo (-3,18%), penalizzato da un report di Merrill Lynch molto negativo.

* Restando al comparto automotive, PIRELLI è caduta del 3,75%, muovendosi in scia della concorrente Continental: -7,6% dopo aver annunciato un aumento dei prezzi del 5%.

* ATLANTIA ha lasciato sul terreno il 5,4%, con scambi superiori alla media. In mattinata si sono diffuse voci sul collocamento di una quota del capitale. Due trader sottolineano che, con le quotazioni ai minimi, un placement non avrebbe senso.

* Tra le small e mid cap, rimbalzo di BUONGIORNO, +6,09%, dopo le vendite sulla scia della revisione al ribasso delle stime 2008.

* UNILAND è arretrata del 6,85%, dopo essere arrivata a perdere oltre il 10%: la società ha diffuso una nota per smentire voci riguardanti problemi finanziari circolate su internet.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below