11 aprile 2008 / 09:39 / tra 10 anni

Borsa Milano positiva grazie a Fastweb e Telecom, male Mps

MILANO, 11 aprile (Reuters) - Milano si muove in territorio positivo, ma un po’ sotto la media delle altre borse europee. La seduta, osservano dalle sale operative, è caratterizzata dagli slanci di alcuni titoli e dai volumi ridotti degli scambi, ad eccezione di quelli delle società in procinto di staccare la cedola.

Alle 11,00 il Mibtel .MIBTEL è in progresso dello 0,39%, l‘indice S&P/MIB .SPMIB dello 0,36% e l‘Allstars .ALLST dello 0,18%. Volumi a 1,9 milioni di euro.

* Speculazioni di mercato spingono FASTWEB FWB.MI in testa al listino delle bluechip. L‘operatore di servizi a banda larga, sospeso al rialzo pochi minuti dopo l‘avvio, segna una crescita di oltre il 4% contro un guadagno del comparto, a livello europeo .SXKP, dello 0,13%. “Si scommette su un riassetto del settore dopo la nomina dell‘advisor da parte di Tiscali (TIS.MI) e sull‘ipotetico delisting di Fastweb da parte di Swisscom SCMN.VX”, è la spiegazione di un trader.

* Consolida i rialzi PRYSMIAN (PRY.MI), società attiva nei cavi, che cresce del 3%.

* In progresso di oltre il 2% il terzetto TELECOM ITALIA (TLIT.MI), FIAT FIA.MI e PARMALAT (PLT.MI), su cui si registrano importanti volumi a poco più di una settimana dallo stacco della cedola, che per tutte e tre avverrà il 21 aprile. A spingere Telecom è l‘ipotesi di fusione con TELEFONICA (TEF.MC) caldeggiata dall‘azionista Findim in un‘intervista pubblicata oggi sulla stampa.

* Sul Lingotto invece sono da registrare nuove speculazioni dopo che un articolo pubblicato sul settimanale Il Mondo sembra prevedere tempi più rapidi per lo spinoff dell‘auto, nonostante le smentite dell‘AD Sergio Marchionne, che ha sempre considerato il discorso solamente ipotetico. Per un dealer l‘ascesa di Fiat si spiega anche con il fatto che “si tratta di un titolo apparentemente molto sottovalutato, per cui, quando il mercato cerca una reazione, è tra i primi a salire”.

* Poco mossa STM (STM.MI), nonostante il taglio del target price da parte di Unicredit all‘indomani dell‘annuncio della fusione delle attività wireless con quelle di Nxp.

* Tra le società in rosso, riflettori puntati su BANCA MONTE DEI PASCHI (BMPS.MI) che perde quasi 1% sul taglio del target price da parte di Morgan Stanley.

* ALITALIA <AZPIa.MI, in asta sino alle 17,30, segna un teorico di +12,5%.

* Nei listini minori, si segnala il rally di A.S. ROMA (ASR.MI) che cresce di quasi il 5% nonostante la nuova smentita di Italpetroli sulla cessione della squadra. Maglia nera di Piazza Affari, infine, CDC CDC.MI, società attiva nell‘IT, che perde il 5,77%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below