10 aprile 2008 / 09:27 / tra 10 anni

Borsa Milano estende calo, male Luxottica e Bulgari, balza Terna

MILANO, 10 aprile (Reuters) - Piazza Affari estende le perdite della mattinata alla pari delle altre borse europee.

Intorno alle 11,00 il Mibtel .MIBTEL scende dell‘1,09%, l‘indice S&P/MIB .SPMIB dell‘1,14% e l‘Allstars .ALLST dello 0,81%. Volumi a 2,3 miliardi di euro.

* Balza in cima al listino TERNA (TRN.MI) con un guadagno dell‘1,11% dopo che Cazenove ha diffuso un report in cui dice che aumenterà il fair value del titolo da 2,5 a 3,5 centesimi di euro, se la società acquisterà la rete di Enel in Brasile. “La società è stata ferma per molto tempo, quindi qualunque decisione prendano (riguardo a Enel) è una buona notizia per il mercato”, commenta un trader.

* In netto rialzo anche le azioni risparmio di Italmobiliare ITMIr.MI sulla scia della notizia che il cda ha accolto l‘inserimento all‘ordine del giorno della proposta di conversione in ordinarie da sottoporre all‘approvazione dei soci. Il titolo segna un progresso del 6,79% a 42,32 euro, mentre le ordinarie (ITMI.MI) cedono lo 0,24% a 63,45 euro.

* Tra le poche società acquistate dell‘S&P/Mib si segnalano anche SNAM RETE GAS (SRG.MI), in crescita dello 0,59%, ed ENI (ENI.MI) in progresso dello 0,26%.

* Dopo una partenza forte perdono colpi SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI e TELECOM ITALIA (TLIT.MI).

* A contendersi le ultime posizioni del listino con ribassi che vanno da -4,5% a -3,2% sono LUXOTTICA (LUX.MI), FIAT FIA.MI e BULGARI BLG.MI, declassata quest‘ultima dai broker di Exane Bnp a underperform da neutral.

* Negativa TENARIS TNR.MI che cede oltre due punti percentuali dopo la notizia che il presidente del Venezuela Hugo Chavez ha deciso la nazionalizzazione di un‘acciaieria che fa capo alla Techint della famiglia Rocca, controllante di Tenaris.

* Volatile ALITALIA AZPIa.MI, in asta sino alle 17,30 per la seconda seduta consecutiva. La compagnia è indicata in progresso dell‘1,27%.

* Sospesa al rialzo per pochi minuti MONTE DEI PASCHI (BMPS.MI), che intorno a metà mattina cede oltre il 3% nel giorno di riunione del cda sull‘aumento di capitale.

* Fra i titoli minori, JUVENTUS (JUVE.MI) arretra di oltre il 5% dopo che, scrive Il Sole 24 ore, la società bianconera stessa, i russi di Severstal e il presidente di Finmeccanica SIFI.MI Pierfrancesco Guarguaglini hanno smentito l‘interesse del gruppo moscovita per rilevare una quota della società.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below