9 gennaio 2008 / 16:47 / 10 anni fa

Borsa Milano chiude debole, Fiat in controtrend, bene Pop Milano

MILANO, 9 gennaio (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta negativa, in sintonia con un panorama europeo appesantito dai timori di recessione negli Usa.

A parte qualche raro spunto d‘acquisto, la lettera è generalmente diffusa su tutto il listino con flussi di vendite su numerosi settori.

L‘S&P/Mib .SPMIB chiude in calo dello 0,67%, il Mibtel .MIBTEL dell‘1,1%. Allstars .ALLST in flessione del 2,54%. Volumi nel finale per circa 5 miliardi di euro.

* Tra i pochi titoli risparmiati dalle vendite FIAT FIA.MI, che in controtendenza rispetto al comparto europeo guadagna lo 0,78% resistendo saldamente sopra i 16 euro, aiutata dalla promozione di Ubs a “buy”.

* Tra bancari generalmente deboli in tutta Europa (-1,3% lo Stoxx .SX7P) tiene UNICREDIT (CRDI.MI) con +0,75%, mentre POP MILANO PMII.MI festeggia con un +1,6% il giudizio positivo di Cheuvreux.

* Negativa TELECOM (TLIT.MI), che con un calo dell‘1,7% resta indietro rispetto al comparto europeo (-0,5%).

* Gli energetici soffrono in tutta Europa, con lo Stoxx .SXEP a -1,5%. A Milano SAIPEM (SPMI.MI) cede oltre il 3% mentre ENI (ENI.MI) si comporta meglio con un calo dello 0,3%. Tengono invece le utility, a Piazza Affari guidate da SNAM RETE GAS (SRG.MI) con un progresso del 2%.

* Ritracciano dopo il tentativo di recupero della vigilia LUXOTTICA (LUX.MI) e BULGARI BULG.MI, titoli sempre molto sensibili alle fluttuazioni del cambi, in particolare del dollaro. In fondo al listino principale ITALCEMENTI ITAI.MI lascia sul terreno più del 4%.

* I risultati deludenti del colosso britannico della grande distribuzione Marks & Spencer (MKS.L) penalizzano tutto il settore retail. BENETTON BNG.MI e COIN GCN.MI sono i peggiori dell‘intero listino milanese con ribassi di oltre l‘11%.

* Sempre fuori dal paniere principale pesante anche RISANAMENTO (RN.MI). PININFARINA (PNNI.MI) perde quasi il 9% dopo il balzo di ieri, IL SOLE 24 ORE (S24.MI), da giorni trattato ben al di sotto del prezzo di collocamento di 5,75 euro dello scorso 6 dicembre, chiude a -9%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below