7 febbraio 2008 / 17:03 / 10 anni fa

Borsa Milano in pesante calo con Europa, a picco Luxottica

MILANO, 7 febbraio (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in netto ribasso, non riuscendo ad approfittare sul finale del miglioramenteo di Wall Street.

Ad affondare i listini di tutta Europa le rinnovate paure sullo stato di salute dell‘economia mondiale, alimentate dai commenti della Banca d‘Inghilterra e da una serie di notizie negative sul fronte societario.

“La Bce non ha tradito, mentre la BoE ha parlato di rallentamento economico, cose che non vanno molto d‘accordo con i mercati”, osserva un operatore.

Oggi, in un‘azione largamente attesa, la Bce ha confermato lo status quo sui tassi di interesse, mantenendo la linea dura contro l‘inflazione della zona euro, ma lasciando cadere le minacce ad agire preventivamente contro l‘aumento dei prezzi.

La Banca d‘Inghilterra, invece, ha ridotto il costo del denaro di 25 punti base, sottolineando i rischi che gravano sull‘economia.

In precedenza le deboli vendite di Wal-Mart (WM.N), unite alle dichiarazioni di Cisco Systems (CSCO.O) sul rallentamento della domanda nel settore tecnologico, avevano rafforzato le preoccupazioni sull‘outlook dei consumi.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB in chiusura cede l‘1,86%, il Mibtel .MIBTEL l‘1,88%. L‘Allstars .ALLST arretra dell‘1,33%. Volumi attorno a 4,6 miliardi di euro.

* Crolla LUXOTTICA (LUX.MI), più volte sospesa al ribasso, dopo l‘annuncio dell‘outlook su Eps e vendite 2008, 2009 sotto il consensus, come sottolineano dalle sale operative. “Sono molto sotto le aspettative, rappresentano una situazione in fluida contrazione”, osserva un trader. Alla luce dell‘acquisizione di Oakley il gruppo prevede nel 2009 un Eps di oltre 1,31 euro con un incremento del 35% rispetto al 2007. Nel 2008 l‘Eps dovrebbe attestarsi tra 1,11 e 1,14 euro.

Il titolo chiude in calo del 9,8% a 16,6490 euro, peggiore calo in una singola seduta dal 20 novembre 2002.

* Le previsioni pessimistiche di Cisco, leader mondiale delle infrastrutture di rete, sulla domanda nel settore tech, insieme ai risultati deludenti di Infineon (IFXGn.DE), hanno inflitto un duro colpo ai titoli del comparto, con STM .STM.MI che lascia sul campo 4,08% a 8,0330 euro.

* Bancari ancora molto negativi. Limitano le perdite BANCO POPOLARE BAPO.MI, MEDIOLANUM MED.MI, UBI (UBI.MI) e MPS (BMPS.MI), con cali compresi tra lo 0,21 e lo 0,36%.

* Presi di mira in tutta Europa cementiferi (Stoxx -2,67%) e auto (Stoxx -2,49%). FIAT FIA.MI registra una flessione del 3,77% con volumi superiori alla media su trenta giorni, trascinando al ribasso anche i titoli legati alla casa torinese.

* Molto volatile IMPREGILO IPGI.MI, che chiude nei bassifondi dell‘S&P/Mib con un calo di circa il 5%, senza che dalle sale operative gli analisti siano riusciti a trovare particolari spiegazioni.

* Migliora sul finale RCS MEDIAGROUP (RCSM.MI), pur rimanendo sotto i livelli della vigilia, dopo la presentazione dei risultati 2007. Il gruppo ha archiviato l‘anno con ricavi in crescita del 15% e un Ebitda in aumento da 360,3 miliondi di euro da 286,7.

* Prosegue il momento positivo di AUTOGRILL (AGL.MI) (+0,59%), tra le poche note positive del paniere principale, insieme a FASTWEB FWB.MI e L‘ESPRESSO ESPI.MI.

* ALITALIA AZPIa.MI termina in lieve calo (-0,15% a 0,6869 euro) nel giorno dell‘incontro con Air One e gli imprenditori lombardi per il rilancio di Malpensa. Ieri il presidente del Consiglio dimissionario, Romano Prodi, aveva confermato l‘intenzione del governo di procedere rapidamente alla privatizzazione.

* Continua la corsa di TISCALI (TIS.MI), che conferma i rialzi della mattinata alimentati dalle speculazioni di un interesse di qualche operatore tlc e dopo il balzo di ieri sulle voci di offerte dall‘estero.

* Fuori dal paniere principale si infiamma fino alla sospensione per eccesso di ribasso IPI AIMI. Danilo Coppola, proprietario del 47,2% della società, ha annunciato oggi di voler cedere il proprio patrimonio per risarcire varie pendenze.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below