7 luglio 2008 / 07:22 / tra 9 anni

Borsa Milano rimbalza con energia e utility, debole Atlantia

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Alex Grimm</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari inizia la settimana all‘insegna del rimbalzo, anche se in molti dubitano della solidità del movimento vista anche l‘esiguità dei volumi. Situazione simile nel resto dell‘Europa, dove l‘indice FTSEurofirst 300 segna nel finale un rialzo dell‘1,26%.

“Il rimbalzo è guidato dal raffreddamento dei prezzi del greggio, ma non credo che andrà molto in là”, dice un trader.

L‘indice S&P/Mib chiude in rialzo dell‘1,23%, il Mibtel dell‘1,3%, l‘AllStars avanza dell‘1,39%. Volumi per circa 2,4 miliardi di euro.

* Brilla TENARIS (+5,45% a 22,24 euro), “su cui c‘era molto scoperto e che negli ultimi tempi era stato un po’ colpito dai realizzi”, dice un trader aggiungendo che “il titolo è decollato dopo la rottura della resistenza a 21,7 euro”. Il settore energetico è per altro molto ben impostato (+2,4% lo Stoxx europeo), con ENI +2,13% e SARAS - forte di due “buy” assegnati oggi da Citigroup e da Santander - in rialzo del 3,58%.

* Bene anche le utility, il settore oggi più premiato in Europa (+3,3% lo Stoxx), con ENEL in crescita del 2,19% e A2A +2,59%. Spicca tra le più piccole ENIA (+5,49%).

* Buon rialzo per FINMECCANICA (+3,37%) favorita dalla promozione di Hsbc a “overweight”.

* Tonica FIAT (+2%), di cui Unicredit, in una nota di ricerca, sottolinea “un altro significativo aumento dei volumi in Brasile, il cui mercato continua a giocare un importante ruolo nello smorzare la debolezza dell‘Italia quest‘anno”. Lo Stoxx auto in Europa sale dell‘1% dopo essere stato pesantemente venduto la scorsa settimana.

* Rimane maglia nera del listino principale ATLANTIA (-3,2%), seppur nettamente sopra i minimi toccati nel pomeriggio. Pesa la bocciatura da parte dell‘Antitrust delle recenti modifiche normative sulle concessioni autostradali, anche se non si tratta di un parere vincolante. La società ha presentato nel pomeriggio il nuovo piano industriale al 2012, ma alcuni analisti interpellati a Londra non vi hanno trovato motivi che giustifichino il calo del titolo.

* Prevalgono i rialzi tra le banche dopo una seduta in altalena.

* Poco mossa IMPREGILO dopo la recente corsa, mentre brilla nel settore costruzioni ASTALDI AST.MI> (+8%); le vendite colpiscono invece ITALCEMENTI.

* Realizzi su PARMALAT, debole FASTWEB.

* Tra i titoli a minore capitaliizazione, anche oggi forte AEDES, che sale di quasi un altro 10% sempre sulla scia dell‘annuncio di contatti con investitori esteri per la cessione di alcuni asset.

* EUROTECH festeggia con un più 15%, e volumi elevati, la firma di due accordi commerciali negli Usa per il valore complessivo di 2,5 milioni di dollari.

* Pesante il comparto retail, penalizzato in tutta Europa, con COIN in calo di oltre il 3%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below