7 gennaio 2008 / 08:44 / tra 10 anni

Borsa Milano chiude in rialzo, balzano utility,Fiat,giù Italease

MILANO (Reuters) - Chiusura in lieve rialzo a Piazza Affari, grazie al traino del settore energetico, mentre resta al palo il settore tecnologico.

<p>Un trader legge il giornale alla Borsa di Manila. REUTERS/Stringer Philippines</p>

“C’ è stato un lieve rimbalzo sulla speranze che la Fed possa tagliare i tassi”, osserva un trader.

Sullo sfondo, però, resta la prospettiva di un rallentamento economico a livello mondiale, rafforzata dai dati Usa della settimana scorsa, che penalizza soprattutto i titoli ciclici, mentre gli acquisti sono concentrati sui settori difensivi, utilities in particolare.

L‘indice S&P/MIB sale dello 0,40%, mentre il Mibtel cedo lo 0,10%. Pesante l‘l‘AllStars che perde l‘1,88%. Volumi per circa 5 miliardi di euro nel finale.

* Male gli editoriali dopo che Lehman ha tagliato il settore a “neutral” da “positive”. L‘ESPRESSO perde l‘1,84%, mentre SEAT PAGINE GIALLE lascia sul terreno il 6,33%: il rating del titolo è stato abbassato da Lehman a “underweight” da “equal weight”, con target price ridotto a 0,21 euro da 0,42.

* In controtendenza, fra i media, MEDIASET, che avanza dello 0,39%. Un quotidiano ha scritto che la società del Biscione ha firmato un accordo di riservatezza con DMAIL (in crescita del 22,4%) in vista dell‘acquisizione di alcuni asset o dell‘intero gruppo. Mediaset ha precisato che Dmail è uno degli interlocutori nel settore dell‘home shopping. Inoltre, anche Mediaset, è stata tagliata da Lehman, a “underweight” da “equal weight”, con target price di 6,8 euro rispetto al precedente 8,8 euro.

* TELECOM ITALIA sale dell‘1,08% a fronte del settore tlc europeo in crescita del 2,13%. Fonti vicine alla vicenda hanno detto che il gruppo sta poensando alla vendita della divisione internet Alice in Francia, che potrebbe essere annunciata a marzo.

* Per contro giù TISCALI (-5,12%) e FASTWEB (-2,68%).

* FIAT recupera quota 16 euro (+2,94% a 16,013) in una giornata in cui è passata più volte in rialzo e in ribasso con un vortice di scambi, pari all‘8,5% del capitale . Goldman ha cancellato il Lingotto dalla conviction buy list.

* Tonica TERNA (+1,51%) dopo aver comunicato che il totale dei ricavi tariffari per il 2008 sarà pari a circa 1,085 miliardi di euro.

* Accanto al titolo del gruppo guidato da Flavio Cattaneo salgono le altre utilities, beneficiando della natura difensiva del settore: SNAM RETE GAS, in salita del 2,57% e A2A, in crescita dell‘1,41%. ENEL avanza dell‘1,3%.

* Sul finale SAIPEM cancella tutto il rialzo, mentre la controllante ENI guadagna l‘1,63%.

* Fra le small e mid cap, DUCATI arretra del 7,5% circa. Citigroup ha avviato la copertura del titolo con “hold” e target price di 1,50 euro, rispetto agli attuali 1,2 euro circa.

* PIAGGIO cala del 5,98% e ha sfondato la barriera dei 2 euro, precipitando ai minimi dalla quotazione. Ancora realizzi, su PININFARINA dopo la ripresa di fine dicembre: -10,84.

* BANCA ITALEASE, sospesa al ribasso, lascia sul terreno oltre il 12,61% sui minimi storici. Secondo i trader pesano le incertezze legate alle vicende giudiziarie. Alcuni articoli di stampa sostengono che ci potrebbero essere nuovi sviluppi giudiziari nell‘inchiesta sui derivati. Una fonte vicina all‘istituto dice che, da parte della società, non ci sono elementi che giustificano l‘andamento odierno del titolo.

* Vola ARENA (+6,92%), dopo aver diffuso un comunicato in cui conferma l‘arrivo nel capitale di Ya Global Investments.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below