7 aprile 2008 / 07:47 / 10 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Pop Milano, deboli utility

MILANO (Reuters) - La borsa di Milano chiude in rialzo la seduta odierna, aggiungendo un altro tassello al miglioramento degli indici positivi in tutta Europa.

<p>L'esterno della borsa di Milano. REUTERS/Daniele La Monaca</p>

“Il mercato recupera un‘ulteriore frazione. La situazione appare più tranquilla e il peggio sembra alle spalle”, osserva un broker.

Il Mibtel sale dello 0,72%, l‘indice S&P/MIB dello 0,92%, l‘Allstars dello 0,87%. Volumi pari a 3,8 miliardi di euro nel finale.

* Bene SEAT che beneficia del miglioramento dei credit spreads, mettendo a segno un rialzo del 2,2%. “C’è un po’ di chiusura sul mercato dei credit spreads e Seat che ha una forte leva ne profitta”.

* Brilla LOTTOMATICA che avanza del 4,34% nel giorno di presentazione del piano triennale. Un piano che piace, in particolare per le “previsioni in crescita di utili e ricavi e per la view positiva”, commenta un trader.

* In crescita del 2,63% FIAT che fa meglio del settore europeo, dove lo stoxx delle auto guadagna lo 0,75%. L‘impulso all‘acquisto, precisa un trader, viene anche dai dati sulle immatricolazioni di auto a marzo in Brasile.

* Rimbalzano le banche, molto vendute nelle sedute precedenti per la crisi del credito. A livello europeo il comparto sale dell‘1,1%. Tra le blue chip UNICREDIT guadagna l‘1,76%, Popolare Milano cresce del 5,17% dopo che Dresdner ha alzato il giudizio a “hold” da “reduce”, abbassando il prezzo obiettivo a 8,70 euro da 9,1. Secondo un trader“ a questi livelli la popolare è ancora sottovalutata”.

* Guadagna il 3,4% per PRYSMIAN, dopo che l‘AD della società di cavi Valerio Battista ha detto in un‘intervista al Corriere Economia di oggi di essere interessato a un programma di piccole acquisizioni in mercati ad alta crescita o in segmenti particolari.

* Sospesa al rialzo per tutta la seduta FIERA MILANO, segna un nuovo rialzo del 14,86%. Venerdì il titolo era stato sospeso al ribasso per l‘intera seduta, mentre è sempre sospesa ALITALIA che potrebbe, però rientrare in contrattazioni domani.

* Giù tutto il comparto delle utility. A2A cede l‘1,63%, ENEL lo 0,86%, TERNA l‘1,34%, SNAM -0,77% e ACEA in calo del 2,86%.

Strappa, invece, la piccola ACSM COMO con un balzo del 9,85% su indiscrezioni di consolidamento nel settore delle utility che potrebbe vedere la piccola utility lombarda aggregarsi con Agam di Monza o essere inglobata dal colosso di Milano e Brescia A2A che già ne detiene il 20% del capitale.

* AS ROMA guadagna il 17,5% sempre sulle indiscrezioni di un possibile interesse alla società da parte del finanziere George Soros.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below