6 giugno 2008 / 11:11 / tra 9 anni

Borsa Milano scende più dell'Europa, appesantita da banche

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Piazza Affari estende il calo ampliando un movimento correttivo che coinvolge tutta Europa. Sulla borsa milanese pesano forti vendite sui titoli bancari che non trovano sufficiente contrappeso nel rialzo del comparto energetico.

“Milano è la peggiore perchè le banche sono pesantemente vendute” dice una trader che attribuisce i ribassi sul settore a uno studio di JP Morgan in cui sono previste una stretta alla politica sui dividendi e un incremento di emissioni ibride Tier1 da parte degli istituti italiani.

“La chiusura brillante di Wall Street non basta a nascondere la brutta notizia di un possibile incremento dei tassi a luglio da parte della Bce. Si aggiungono poi, per completare il quadro, il rialzo del petrolio e il dollaro debole”, dice un altro operatore.

Alle 13 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede lo 0,67%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,46%, mentre l‘AllStars .ALLST perde lo 0,44%. Volumi per 1,8 miliardi. Poco mossi i futures sugli indici Usa NDM8 DJM8 SPM8>.

* Tra le banche UNICREDIT (CRDI.MI), POP MILANO PMII.MI e BANCO POPOLARE BAPO.MI perdono circa il 2%. INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e MPS (BMPS.MI) circa l‘1,5%. Il settore in Europa cede l‘1,2%. “Sembra che il momento difficile per le banche non passi più e la situazione sembra più dura per gli istituti europei che per quelli Usa”, dice un trader che cita ad esempio le parole dell‘AD di Credit Agricole (CAGR.MI) a un quotidiano francese che non ha escluso nuove svalutazioni.

* I pochi acquisti si concentrano in tutta Europa sul comparto energetico (+1,3% lo Stoxx) sulla scia della nuova corsa del petrolio. ENI (ENI.MI) +0,5%, SAIPEM (SPMI.MI) +1,3%. TENARIS (TENR.MI) sale dell‘1,3% dopo lo sprint registrato ieri nel finale di seduta. Ieri il titolo ha toccato un massimo storico alla borsa di Buenos Aires all‘indomani del via libera dei soci al dividendo e grazie al rialzo del greggio.

* Tonica PRYSMIAN (PRY.MI) (+1,8%), che prosegue la corsa dal giorno dell‘annuncio di un accordo di fornitura in Brasile. Oggi Merrill Lynch ha alzato il target price (rating “neutral”) a 19,1 euro da 17,8 proprio in ragione del contratto, che giudica “ampio e redditizio”. Il titolo ha toccato un nuovo massimo dell‘anno a 19 euro.

* Positiva ma sotto i massimi IMPREGILO IPGI.MI. In una intervista tv il premier Berlusconi ha ribadito l‘impegno del Governo per la costruzione del ponte sullo Stretto di Messina dopo alcune polemiche in seno alla maggioranza. Negativa, nel comparto, ASTALDI (AST.MI), debole anche il settore cemento.

* Rimbalza MEDIASET (MS.MI) (+1%) dopo il minimo dell‘anno toccato due giorni fa, in calo dell‘1,7% FIAT FIA.MI con le auto europee. Deboli le tlc con realizzi su TELECOM (TLIT.MI) dopo la corsa di ieri.

*Deboli GEOX (GEO.MI), LUXOTTICA (LUX.MI) mentre corre l‘euro. Scende di oltre il 7% SAFILO SFGI.MI dopo la riduzione di target price decisa da Ubs.

*Acquisti MOLMED (MLMD.MI) dopo che la Commissione Europea ha assegnato la qualifica di Medicinale Orfano al farmaco antitumorale Arenegyr.

*Sospesa al rialzo BASTOGI BTGI.M, sotto i riflettori da inizio mese in coincidenza con la scissione parziale a favore di Brioschi Sviluppo Immobiliare. Sul titolo è inibita l‘immissione di pdn senza limite di prezzo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below