6 giugno 2008 / 07:55 / 10 anni fa

Borsa Milano chiude pesante,giù banche, industria, tiene energia

MILANO (Reuters) - Chiusura pesante a Piazza Affari e sulle altre borse europee, penalizzate anche dall‘andamento molto negativo di Wall Street.

<p>Alcuni trader in Borsa. REUTERS/Dylan Martinez</p>

Vendite copiose sulle banche, mentre tengono i titoli dell‘energia.

“Il petrolio schizza nuovamente verso l‘alto, il dollaro è debole e le banche sono sotto pressione in tutta Europa. Con un mercato del genere è difficile trovare delle giustificazioni all‘andamento dei titoli”, osserva un broker.

L‘indice S&P/Mib cede il 2,42%%, il Mibtel il 2,16%, mentre l‘AllStars perde l‘1,19%. Volumi per 4,2 miliardi di euro nel finale.

* Tra le banche UNICREDIT (-3,84%), POP MILANO (-5,25%) e BANCO POPOLARE (-4,94%). Forti ribassi anche per INTESA SANPAOLO e MPS. Il settore in Europa cede il 3,5%. “Sembra che il momento difficile per le banche non passi più e la situazione sembra più dura per gli istituti europei che per quelli Usa”, dice un trader.

* I pochi acquisti si concentrano in tutta Europa sul comparto energetico (Stoxx di settore piatto) sulla scia della nuova corsa del petrolio. ENI (-0,94%), SAIPEM in salita dello 0,49%, TENARIS sale dello 0,69% dopo lo sprint registrato ieri nel finale di seduta. Ieri il titolo ha toccato un massimo storico alla borsa di Buenos Aires all‘indomani del via libera dei soci al dividendo e grazie al rialzo del greggio.

* Tonica PRYSMIAN (+1,12%), che prosegue la corsa dal giorno dell‘annuncio di un accordo di fornitura in Brasile. Oggi Merrill Lynch ha alzato il target price (rating “neutral”) a 19,1 euro da 17,8 proprio in ragione del contratto, che giudica “ampio e redditizio”. Il titolo ha toccato un nuovo massimo dell‘anno a 19 euro.

* Venduta MEDIASET (-1,18%) dopo il minimo dell‘anno toccato due giorni fa,

* In calo del 4,41% FIAT, scesa sotto quota 13 euro insieme ai ribassi delle auto europee (stoxx -3,6%). Deboli le tlc con realizzi su TELECOM (-4%) dopo la corsa di ieri.

* Pesanti anche GEOX, LUXOTTICA penalizzata dalla corsa dell‘euro. Scende del 9,77% SAFILO dopo la riduzione di target price decisa da Ubs.

* Sospesa al rialzo BASTOGI, che poi ha chiuso in rialzo del 21,68%, sotto i riflettori da inizio mese in coincidenza con la scissione parziale a favore di Brioschi Sviluppo Immobiliare. Sul titolo è inibita l‘immissione di pdn senza limite di prezzo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below