5 dicembre 2007 / 12:13 / 10 anni fa

Borsa Milano consolida guadagni, forti Impregilo, Telecom Italia

MILANO, 5 dicembre (Reuters) - Piazza Affari consolida il movimento di rimbalzo dopo i ribassi delle prime due sedute della settimana sostenuta dall‘interesse sui telefonici, costruzioni e energetici.

Il rally non convince del tutto gli operatori che preferiscono attendere alcuni importanti appuntamenti sia aziendali che macro in settimana per avere ulteriori indicazioni sulla possibile direzione del mercato.

“I volumi non mi sembrano importanti oggi”, dice un trader che tra gli appuntamenti chiave in Europa indica il “trading statement” di Royal Bank of Scotland domani.

“E’ una banca che è stata recentemente martoriata dai rumour su svalutazioni e che domani potrebbe fornire qualche indicazione rilevante per il settore bancario e finanziario”, spiega.

Alle 13,00 l‘S&P/Mib .SPMIB segna un rialzo dello 0,91%, il Mibtel .MIBTEL avanza dello 0,94%, mentre il paniere Allstars .ALLST guadagna lo 0,8%. Volumi per 2 miliardi di euro circa.

* In vetta al listino principale, IMPREGILO IPGI.MI balza del 3,45% grazie alla notizia sull‘aggiudicazione, a capo di un raggruppamento di imprese, della gara per la Pedemontana Veneta.

“La commessa è una delle poche opere di infrastrutture che l‘attuale impasse politico non ha messo a repentaglio. Manteniamo una posizione neutrale sul titolo ma nel breve termine vediamo un‘opportunità di trading verso 5 euro”, si legge in un report di Banca Akros.

* Ben comprata TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+2,62% a 2,23 euro) che beneficia della decisione di Goldman Sachs di rimuovere il titolo dalla lista “sell” paneuropea e di alzare il giudizio a “neutral”.

Oltre a Goldman i trader citano uno “switch” ai danni di France Telecom FTE.PA in calo per la delusione del mercato sui target annunciati oggi. Telecom trascina anche FASTWEB FWB.MI (+3,15%) e TISCALI (TIS.MI) (+1,7%).

* Seduta positiva per ALITALIA AZPIa.MI (+2,3%) alla vigilia del termine fissato per la presentazione delle proposte di acquisto.

* Ben intonati i petroliferi sulla scia dei progressi del greggio dopo la decisione dell‘Opec di mantenere la produzione di petrolio invariata. SAIPEM (SPMI.MI) sale dell‘1,8% e ENI (ENI.MI) dell‘1,65%. Lo Stoxx Oil&Gas .SXEP in rialzo dell‘1,2%. Tra gli energetici in controtendenza TERNA (TRN.MI) in calo dello 0,64%.

* Proseguono i rimbalzi per STM (STM.MI) insieme ai cementieri ITALCEMENTI ITAI.MI e BUZZI (BZU.MI).

* FIAT FIA.MI, in parziale recupero dai cali della vigilia, mostra un guadagno di oltre l‘1%. Dal Motor Show di Bologna l‘AD di Fiat Auto Lorenzo Sistino dice che l‘Auto punta a una quota di mercato in Italia di oltre il 25% nel 2008 (24,3% a novembre 2007) e a una quota di mercato in Europa Occidentale superiore al 7%.

* Restano al palo i bancari ma in linea all‘andamento del settore in Europa. MEDIOBANCA (MDBI.MI), INTESA SANPAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) sono in rialzo di mezzo punto percentuale circa. Peggio POP MILANO PMII.MI in calo dello 0,4%.

* Fuori dall‘S&P/Mib sale del 3% circa TREVI (TFI.MI) dopo l‘annuncio di un accordo di joint venture da 200 milioni di dollari in Arabia Saudita. AEDES (AEDI.MI) sale del 2,8% dopo l‘annuncio del piano industriale 2008-2010 ieri.

* DADA (DA.MI) sale di oltre il 3% dopo i positivi valori di preconsuntivo 2007 annunciati ieri, sopra la guidance indicati in precedenza.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below