5 febbraio 2008 / 12:04 / 10 anni fa

Borsa Milano conferma ribasso a metà seduta, attende Wall Street

MILANO, 5 febbraio (Reuters) - Piazza Affari arriva al giro di boa di metà seduta confermando il calo degli indici e la scarsità di scambi, in linea con le altre borse europee e in attesa di maggiori indicazioni da Wall Street.

Intorno alle 12,45 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede lo 0,55%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,56% e l‘Allstars .ALLST lo 0,58%.

I volumi ammontano a circa 1,4 miliardi di euro.

A New York i futures sugli indici azionari sono poco mossi.

* FIAT FIA.MI cede oltre il 3% sulla scia del declassamento a “neutral” di Jp Morgan, all‘interno di un comparto europeo pesantemente colpito dalle vendite.

* Sul fronte opposto ALITALIA AZPIa.MI prosegue la corsa di ieri con un +2,3% e volumi abbastanza vivaci, continuando a beneficiare delle attese di un‘offerta da parte della cordata promossa da AirOne, attorno a cui si va concretizzando l‘interesse del mondo imprenditoriale.

* Tra petroliferi europei decisamente positivi (+1,6% lo Stoxx .SXEP), ENI (ENI.MI) contribuisce a sostenere il paniere principale con un progresso di un punto percentuale.

* In buon rialzo anche ATLANTIA (ATL.MI), che avanza del 2% favorita, secondo un trader, dall‘inserimento nella lista di titoli europei preferiti di una grande banca estera.

* Peggiora in tarda mattinata FASTWEB FWB.MI, che arretra del 2,8% in un movimento che i trader vedono motivato da prese di beneficio dopo il recente balzo innescato dalla notizia dell‘offerta di Microsoft su Yahoo.

* ITALCEMENTI ITAI.MI lascia sul terreno il 2,6% dopo la pubblicazione, ieri a mercato chiuso, dei dati relativi al fatturato 2007, deludenti per qualche analista. Tuttavia, secondo gli operatori, a condizionare principalmente l‘andamento del titolo sono soprattutto le incertezze per la vicenda della controllata Calcestruzzi e il possibile impatto sui conti del gruppo, come già evidenziato da Standard & Poor‘s.

* IRIDE IRI.MI balza di circa il 6% dopo che il sindaco di Torino Sergio Chiamparino ha detto che la società controllata dai comuni di Torino e Genova deve avviare trattative per una aggregazione con Enia EN.MI e con Hera (HRA.MI).

* TOD‘S (TOD.MI), su cui Abaxbank ha tagliato il target price a 45,3 da 56,3 mantenendo il giudizio “hold”, scende di circa l‘1,2%.

* Tra i minori ancora acquisti su AICON BW1.MI, dopo il progresso di oltre il 14% messo a segno alla vigilia, e su EUROFLY EEZ.MI, già ieri contagiata dal fermento intorno ad Alitalia.

* La lettera colpisce invece MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) dopo che Citigroup ne ha avviato al copertura con “sell”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below