5 giugno 2008 / 07:51 / tra 9 anni

Borsa Milano chiude poco mossa ignorando Trichet, brilla Telecom

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in marginale rialzo, dopo un breve e contenuto sbandamento innescato nel primo pomeriggio dalle parole di Trichet.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Alex Grimm</p>

Intervenendo al termine del consiglio di politica monetaria che ha mantenuto invariati i tassi della zona euro al 4%, il presidente della Bce ha indicato la possibilità di una stretta a luglio, anche se di piccolo importo, facendo virare in rosso le borse europee.

“Siamo scesi un po’ dopo Trichet ma poi abbiamo recuperato, alla fine gli effetti sono stati solo parziali”, commenta un trader.

L‘indice S&P/Mib guadagna lo 0,1%, il Mibtel lo 0,33%, mentre l‘AllStars sale dello 0,36%. Volumi nel finale per circa 4 miliardi di euro.

Fanno peggio nel complesso le altre borse europee, con il benchmark FTSEurofirst 300 in calo dello 0,18%.

* Ben acquistata TELECOM ITALIA, in rialzo di oltre il 4% con volumi doppi rispetto alla media. “E’ il tema del giorno sulla scia di France Telecom-Telia Sonera e del piano di ristrutturazione”, commenta un trader. Ieri sera il gruppo ha annunciato un piano di risparmio di costi che prevede 5.000 tagli di personale entro il 2010. A livello europeo, riflettori puntati sulla notizia che il board di TeliaSonera ha respinto l‘offerta di France Telecom.

* Prosegue con un +4,2% la corsa di PRYSMIAN che ieri ha annunciato un accordo quadriennale di fornitura con la brasiliana Petrobras. TENARIS rimbalza nel finale portandosi in testa all‘S&P/Mib con un +4,8% a 20,34 euro. Stamane Cheuvreux ha alzato il target a 19 euro da 17,7 ma ribadito UNDERPERFORM.

* In luce anche LOTTOMATICA (+4,6%) su cui JP Morgan ha alzato il rating a “overweight”.

* Sale dell‘1,4% ITALCEMENTI. Secondo un analista, l‘arrivo di Giovanni Ferrario come direttore generale potrebbe rafforzare le speculazioni sul delisting di Ciments Francais dato che il predecessore Danielli si era detto contrario a questa ipotesi.

* Misti i bancari, tra cui spicca MEDIOBANCA, in rialzo del 2,8% con volumi tre volte la media, ma sui cui dalle sale operative non segnalano motivazioni specifiche.

* Sul versante opposto, POP MILANO perde oltre il 3%. Il titolo, già negativo in avvio di seduta, è peggiorato dopo l‘annuncio di un‘emissione di strumenti innovativi di capitale di tipo Tier1, legata - spiega una fonte - all‘acquisizione degli sportelli da UNICREDIT. INTESA SANPAOLO cede l‘1,8%. Settore in lieve calo in Europa.

* Cede l‘1,2% FINMECCANICA, che Credit Suisse ha rimosso dalla European Focus List.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione brilla PININFARINA con un +18,7%. Vincent Bolloré ha annunciato che potrebbe sottoscrivere fino a 30 milioni euro dell‘aumento capitale del gruppo italiano. Sugli scudi anche FIDIA con +14,8%.

* Ancora forte denaro su BASTOGI che mette a segno un progresso del 21,8%. A partire dal 3 giugno sulle azioni è stata inibita l‘immissione di pdn senza limite di prezzo. Dall‘1 giugno è efficace l‘operazione di scissione parziale proporzionale inversa di Bastogi a favore di Brioschi Sviluppo Immobiliare.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below