5 dicembre 2007 / 08:38 / 10 anni fa

Borsa Milano positiva con energetici, Telecom su massimi 6 mesi

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in deciso rialzo, consolidando i guadagni nel pomeriggio grazie al rafforzamento di tutti i comparti che pesano più sui listini.

<p>Un'immagine della Borsa di Milano. REUTERS/Daniele La Monaca DLM/TZ</p>

Protagonista della giornata il prezzo del greggio, che ha infiammato i titoli energetici, mentre dal punto di vista tecnico ha giocato un fattore determinante la rottura di 39.200 da parte del futures sull‘S&P/Mib.

Tuttavia “la situazione rimane abbastanza critica per il sussistere dei timori sul fronte di liquidità e credito”, commenta un operatore.

L‘S&P/Mib segna un rialzo dell‘1,65%, il Mibtel avanza dell‘1,68%, mentre il paniere Allstars guadagna l‘1,22%. Scambi per circa 4,65 miliardi di euro.

* Ben comprata TELECOM ITALIA. Dopo aver violato la soglia importante di 2,2 euro, il titolo ha chiuso in progresso del 2,95% a 2,237 euro, sui massimi da fine aprile 2007. A monte del rialzo, spiegano i trader, la decisione di Goldman Sachs di rimuovere il titolo dalla lista “sell” paneuropea e di alzare il giudizio a “neutral”. “Sui due euro il titolo era ampiamente sottovalutato”, dice un operatore.

Telecom traina al rialzo anche FASTWEB (+4,26%) e TISCALI (+3,34% sui massimi di seduta), che battono l‘indice europeo delle tlc (+0,88%).

* Seduta tonica per ALITALIA (+3,45%) alla vigilia del termine fissato per la presentazione delle proposte di acquisto. “Il mercato scommette sul rilancio della compagnia”, dice un trader.

Lufthansa non ha ancora deciso se presentare o meno un‘offerta non vincolante per il 49,9% del vettore italiano, messo in vendita dal Tesoro per cercare di rilanciare la compagnia in crisi. Quanto al governo, oggi il premier Romano Prodi ha fatto sapere che la proprietà italiana della compagnia di bandiera è un fattore di secondaria importanza.

* Sul finale spinge sull‘acceleratore ENEL. A favorire il rafforzamento, secondo i trader, la nota della Ue diffusa nel pomeriggio. L‘organismo europeo ha imposto alla Spagna la cancellazione di alcuni dei vincoli posti alla società italiana e ad Acciona al momento del via libera all‘acquisizione del gruppo elettrico Endesa.

“La nota dell‘Ue ha sicuramente avuto effetto, insieme al miglioramento dell‘indice di settore e più in generale di tutta la Borsa”, dice un operatore. Secondo l‘AD del gruppo Fulvio Conti la decisione non avrà alcun effetto sulla gestione di Enel. Il titolo (+1,68%) fa leggermente meglio dell‘indice di settore (+1,4%), con volumi relativamente modesti.

* Corre FIAT, che con un balzo del 2,17% recupera i cali della vigilia. Dal Motor Show di Bologna l‘AD di Fiat Auto Lorenzo Sistino dice che l‘Auto punta a una quota di mercato in Italia di oltre il 25% nel 2008 (24,3% a novembre 2007) e a una quota di mercato in Europa Occidentale superiore al 7%.

* Uniche note negative del paniere principale TERNA e UNIPOL.

* Vola in vetta al listino principale IMPREGILO (+6,68%), grazie alla notizia dell‘aggiudicazione, a capo di un raggruppamento di imprese, della gara per la superstrada a pedaggio Pedemontana Veneta.

* Tra i singoli comparti, oltre al balzo dei petroliferi (Stoxx oil&gas +2,64%) innescato dal temporaneo apprezzamento del greggio dopo la decisione dell‘Opec di mantenere la produzione di petrolio invariata, si mettono in luce i cementiferi. ITALCEMENTI sale del 4,35% e BUZZI UNICEM del 2,64%.

* Sul finale si rafforzano i bancari (indice di settore europeo +1,7%). Tra le meglio intonate in Italia BANCO POPOLARE, con un progresso del 1,28%, e UNICREDIT (+1,52%).

* Fuori dall‘S&P/Mib spicca il rialzo di AEDES (+4% vicino ai massimi di seduta) a seguito dell‘annuncio del piano industriale 2008-2010 ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below