4 marzo 2008 / 16:56 / 10 anni fa

Borsa Milano chiude pesante, Fiat cede 6,5%, giù anche Alitalia

MILANO, 4 marzo (Reuters) - Piazza Affari archivia un‘altra seduta all‘insegna della negatività, in sintonia con un panorama europeo in cui pesano soprattutto titoli dell‘auto e tecnologici.

Il nervosismo continua a dominare i mercati internazionali, dove i timori sulla crescita economica oggi sono alimentati dalla revisione al ribasso delle stime sul gross margin da parte di Intel (INTC.O). Restano sotto pressione anche le banche per le preoccupazioni sui possibili effetti della crisi del credito.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB chiude in calo dell‘1,58%, dopo aver toccato verso il finale un -2%, il Mibtel .MIBTEL perde l‘1,54%. AllStars .ALLST meno 0,85%.

Volumi per circa 4,8 miliardi di euro.

* FIAT FIA.MI termina in ribasso del 6,5% a quota 13,06 con volumi sopra la media, dopo aver toccato un nuovo minimo sotto 13 euro. Sul titolo pesano gli ultimi dati sulle immatricolazioni, la rottura di livelli grafici, le stime sul mercato europeo di Peugeot-Citroen (PEUP.PA) e più in generale la congiuntura economica. Lo stoxx settoriale .SXAP cede il 3,6%.

* Pesante con un -5,2% anche ALITALIA AZPIa.MI, su cui si sono intensificate le vendite a metà seduta dopo le parole di Silvio Berlusconi, secondo il quale l‘Italia non deve privarsi di una compagnia di bandiera vendendo ai francesi di Air France-Klm (AIRF.PA). “Si teme che, se Berlusconi vince le elezioni, tutto il processo di vendita rallenti e si allunghino i tempi”, commenta un‘operatrice.

* L‘incertezza sul futuro politico penalizza anche ATLANTIA (ATL.MI), -4% circa. Secondo quanto riferito da una fonte giudiziaria, il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro ha scritto al Consiglio di Stato per una rinuncia temporanea al parere sulla legge sulle concessionarie autostradali in attesa che si formi il nuovo governo.

* La lettera non risparmia neanche STM (STM.MI), con uno stoxx .SX8P che è il peggiore in Europa (-3,76%) dopo che il colosso Usa dei chip Intel (INTC.O) nella notte italiana ha rivisto le stime per il margine lordo del primo trimestre al 54% dal 56%. Exane, inoltre, ha tagliato il target price di Stm a 16 da 22 dollari confermando “outperform”.

* Sul fronte opposto, PARMALAT (PLT.MI) chiude sotto i massimi intraday ma comunque in rialzo dell‘1,94% con scambi vivaci. Sul titolo dalle sale operative non citano notizie particolari, soltanto l‘attesa per l‘assemblea di aprile che dovrebbe rinnovare i vertici. “L‘impressione è che qualcuno stia mettendo da parte dei pacchetti di azioni in vista dell‘assemblea”, si limita a dire un operatore.

* Resistono alle vendite anche alcuni titoli più difensivi come TENARIS (TENR.MI), +2,6%.

* Ribassi diffusi tra i bancari, che in Europa .SX7P cedono l‘1,9% in un clima di incertezza sul futuro degli utili del settore acuito dalle stime di un primo trimestre di Citigroup (C.N) in netta perdita delineate da un analista di Merrill Lynch. A Milano vari titoli del comparto cedono oltre il 2%.

* Tra i minori tonica TREVISAN COMETAL TREV.MI, +4,4% dopo che ieri la società di impiantistica per l‘estrusione e la verniciatura dell‘alluminio ha confermato per il 2008 il trend di crescita di fatturato e redditività, nonostante la congiuntura economica non favorevole.

* CELL THERAPEUTICS (CTIC.MI) perde il 38%, dopo aver comunicato di aver presentato la domanda di autorizzazione alla commercializzazione in Europa per il farmaco Xyotax e di aver deciso l‘emissione di nuove obbligazioni convertibili al 9% con scadenza al 2012 per un valore di 51,7 milioni di dollari.

* HERA (HRA.MI) contiene le perdite allo 0,4%. Il patto di sindacato ha detto di puntare alla crescita della utility anche attraverso fusioni con altre aziende italiane multiservizi municipalizzate.

* Tra i telefonici TISCALI (TIS.MI) segna un calo di oltre il 7% su prese di beneficio dopo i recenti rialzi speculativi e sulla debolezza del settore (-1,8% lo Stoxx europeo .SXKP).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below