4 febbraio 2008 / 17:04 / tra 10 anni

Borsa Milano chiude in cauto rialzo, corrono Alitalia, Impregilo

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Piazza Affari archivia in timido rialzo una prima seduta d‘ottava priva di spunti di rilievo e caratterizzata da movimenti interessanti sui titoli minori.

Pur senza riuscire a dare sostanza al rimbalzo, Milano fa meglio della maggiore parte delle altre piazze finanziarie d‘Europa, dove prevalgono i persistenti timori legati allo stato di salute dell‘economia.

“E’ un mercato molto forte sui titoli più piccoli”, sottolineano dalle sale operative, “mentre c’è una sottovalutazione dei titoli più pesanti, condizionati da fattori psicologici”.

“Il mercato ha bisogno di conferme prima di imbeccare una direzione”, osserva un altro trader.

L‘indice S&P/Mib .SMIB chiude in progresso dello 0,44%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,59% e l‘AllStars .ALLST dell‘1,32%. Volumi sottili per circa 3,5 miliardi di euro. * Chiude in vetta al paniere delle blue chip ALITALIA AZPI.MI (+4,75%) sulla scia alle ipotesi di un‘offerta di AirOne in cordata con alcuni imprenditori italiani. Oggi la Camera di Commercio di Milano ha espresso il suo sostegno all‘eventuale manifestazione di interesse. “Il mercato a questo punto crede in una soluzione in tempi rapidi”, sostiene un operatore.

* Prosegue il momento positivo di IMPREGILO IPGI.MI (3,4%). Il titolo segna un progresso del 3,21%, che gli operatori leggono come un recupero tecnico.

* Tra i settori brillano energetici ed auto. FIAT FIA.MI guadagna lo 0,6% rallentando un po’ il passo sul finale, in linea con il settore europeo .SXAP.

* Tonica STM (STM.MI) (+2,7%). “Il titolo a questi livelli appare pesantemente sottovalutato”, secondo un operatore.

* Ancora fragili i finanziari, penalizzati da una serie di downgrade incassati da alcune compagnie di servizi finanziari oltreoceano, tra cui American Express (AXP.N).

* Sottotono UNICREDIT (CRDI.MI), in un settore bancario che “soffre ancora delle paure legate alla crisi subprime”, fanno notare dalle sale operative.

* Tra le poche note positive BANCA MONTE DEI PASCHI SIENA (BMPS.MI) (+0,63%) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (+0,55%), che ha siglato oggi un accordo per l‘acquisto di Jsc Pravex Bank in Ucraina per 504 milioni di euro. L‘istituto guidato da Corrado Passera ha aperto uno spiraglio alla possibilità di partecipare al consorzio di banche per l‘aumento di capitale preannunciato dalla francese SocGen (SOGN.PA).

* Male tlc, pesanti in tutta Europa, e cementiferi, dopo che venerdì Standard & Poor’s ha posto i rating a lungo e breve termine di ITALCEMENTI ITAI.MI (-1,81%) sotto osservazione con implicazioni negative. Oggi il CdA del gruppo esaminerà i conti preliminari. Quanto al caso Calcestruzzi: “Non temiamo che pregiudichi l‘attività, ma il danno di immagine è innegabile”, sottolineano da una sala operativa.

* Ben intonata GENERALI (GASI.MI), in controtendenza rispetto al settore europeo (DJ Stoxx .SXIP -0,57%) nonostante le nuove critiche ricevute su corporate governance e progetti di acquisizioni.

* Fuori dal paniere principale si mette in luce DADA (DA.MI) (+1,77%), dopo la presentazione dei risultati 2007. Il gruppo ha registrato un utile netto in lieve miglioramento sul dato del 2006.

* SAVE SAVE.MI balza di quasi il 6% sulla scorta della notizia dell‘ingresso di Morgan Stanley in seguito all‘acquisto di una quota della holding Agorà.

* Bene anche GEMINA GEMI.MI, in rialzo di quasi quattro puinti percentuali. “Non ci sono notizie che giustifichino il rialzo. Potrebbe avere riacceso l‘interesse per gli aeroporti l‘ingresso di Morgan Stanley in Save”, ipotizza un operatore.

* Seduta in forte denaro per DANIELI (DANI.MI) (+8,15%), che si è aggiudicata un contratto da un miliardo di dollari per espandere l‘impianto di acciaio di Abu Dabi, DUCATI DMH.MI e LAZIO (LAZI.MI). Oggi la Consob ha sterilizzato i diritti di voto dell‘intero pacchetto della società posseduto da Claudio Lotito, pari al 61,3%, fino a quando non sarà ceduta la quota del 14,48% comprata nel 2005.

* In spolvero anche PININFARINA (PNNI.MI) (+7,29%), EUROFLY EEZ.MI, sospesa al rialzo, ed AICON BW1.MI in progresso di oltre il 14%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below