1 aprile 2008 / 11:03 / tra 10 anni

Borsa Milano consolida guadagni, effetto Expo spinge Fiera

MILANO, 1 aprile (Reuters) - Piazza Affari consolida i guadagni della mattinata, restando un po’ più tonica dell‘Europa grazie all‘effetto Expo che traina al rialzo tutti i titoli coinvolti.

L‘annuncio di nuove svalutazioni da parte di due big del credito come Deutsche Bank e Ubs sembra non avere impatto sul mercato con il settore bancario tra i più tonici, segno che “ormai è già prezzato anche lo scenario peggiore ed è stata assorbita buona parte dei timori”, dice un trader.

Alle 12,40 il Mibtel .MIBTEL sale dell‘1,22%, l‘indice S&P/MIB .SPMIB dell‘1,29%, l‘Allstars .ALLST dell‘1,42%. Volumi poco sopra i 2 miliardi di euro.

* FIERA MILANO (FIMI.MI) si merita la copertina della giornata con un balzo del 30%, ma ha sfiorato anche +40% dopo l‘assegnazione dell‘Expo 2015 alla città di Milano.

* Bene anche i titoli delle costruzioni o immobiliari che, per diverse ragioni, trarranno beneficio dall‘esposizione universale. RISANAMENTO (RN.MI), sospesa per quasi tutta la mattinata, segna ora +12,32%, mentre limano un po’ i guadagni restando ben comprate IMPREGILO IPGI.MI e ASTALDI (AST.MI), entrambe in lizza per la Pedemontana, AEDES (AEDI.MI), ITALCEMENTI ITAI.MI e BUZZI (BZU.MI).

* Sospesa al rialzo ALITALIA AZPIa.MI che registra un rialzo teorico del 10%. Il titolo beneficia della proroga, fino a domani, delle trattative con i sindacati che lascia uno spiraglio aperto all‘integrazione con Air France.

* Tra le banche UNICREDIT (CRDI.MI) si prende la rivincita sugli ultimi mesi, particolarmente difficili a causa dei timori sui subprime, ma lascia il podio nell‘indice S&P/MIB per il settore a POP MILANO PMII.MI, altra illustre vittima della lettera recente, nel giorno del cda che affronterà il tema governance e lo sviluppo di strategie condivise.

* Deboli tutti i petroliferi con lo stoxx europeo .SXEP in calo dello 0,63% e segno meno per ENI (ENI.MI) ma anche per SAIPEM (SPMI.MI) e TENARIS (TENR.MI).

* Vola SEAT PGIT.MI, tra i titoli più penalizzati di recente e, per questo motivo, ritenuta probabile candidata a un delisting, come ricorda oggi un quotidiano che cita la tesi di alcuni uffici studi secondo cui sarebbe conveniente la revoca dalla quotazione e lo spezzatino.

* Ricoperture su TELECOM (TLIT.MI) mentre TISCALI (TIS.MI) è sotto i massimi della mattinata ma resta ben comprata dopo il mandato affidato a due adviser per la massimizzazione del valore della società. FASTWEB FWB.MI in calo dopo che Swisscom ha confermato di non avere alcun piano di delisting.

* FIAT FIA.MI debole a seguito dei recenti rialzi legati alle prospettive di spinoff dell‘auto e dopo che il Centro Studi Promotor ha parlato di un mercato auto italiano a marzo in ‘flessione severa’.

* LOTTOMATICA LTO.MI e SNAI (SNAI.MI) già toniche in mattinata hanno accelerato dopo la notizia riferita da fonti giudiziarie che il Tar del Lazio ha annullato le penali comminate dai Monopoli di Stato a sette concessionarie della gestione della rete telematica delle ‘new slot’.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below