25 novembre 2009 / 10:12 / tra 8 anni

Borsa Milano conferma guadagni, si attendono dati macro Usa

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Piazza Affari sembra perdere il vigore dell‘apertura, ma poi riparte, tornando sui guadagni di apertura. Sulla piazza milanese si fa strada comunque un clima di attesa, con l‘avvicinarsi di nuovi aggiornamenti sul fronte economico e nell‘attesa di spunti per riprendere la corsa.

“Ci sono alcuni temi in bilico nel radar degli investitori”, commenta un trader, “a cominciare dalla questione degli incentivi all‘auto e degli stabilimenti italiani di Fiat. Non mi stupirei se l‘inizio decisamente positivo lasciasse il posto, con il progredire della giornata, a un‘intonazione diversa”.

Gli aggiornamenti finora arrivati rivelano un indice di fiducia dei consumatori Isae in miglioramento sopra alle previsioni, dopo il calo di ottobre, e un calo dello 0,1% delle vendite al dettaglio in settembre, un andamento in linea con il mese di agosto.

Nel pomeriggio arriverà dagli Usa una serie di dati, tra cui le richieste settimanali dei nuovi sussidi di disoccupazione, l‘indice della fiducia dei consumatori dell‘Università del Michigan di novembre e la vendita di nuove case a ottobre.

Poco prima delle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB guadagna lo 0,57%, l‘AllShares lo 0,55% .FTITLMS e il MidCap .FTITMC dello 0,24%.

* LOTTOMATICA LTO.MI si conferma miglior titolo del Ftse Mib, unico sopra al +2%. Un operatore cita il buon esito del lancio del bond da 750 milioni come rampa di lancio per il titolo. I libri per la raccolta ordini sono stati chiusi rapidamente e il rendimento ritoccato verso il basso a 235-240 punti base sul midswap, dalla prima indicazione di 240-250.

* Si va sbiadendo lo smalto dei bancari, con POPOLARE MILANO PMII.MI che rallenta e BANCO POPOLARE BAPO.MI che scende nell‘area affollata sotto l‘1% in cui scambiano anche UNICREDIT (CRDI.MI), INTESA SANPAOLO (ISP.MI), MONTEPASCHI (BMPS.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI).

* FIAT FIA.MI, sotto i riflettori soprattutto per il futuro dei suoi stabilimenti, si conferma solido intorno al mezzo punto percentuale di crescita, ma resta comunque indietro rispetto allo stoxx europeo .SXAP che sale intorno all‘1%.

* SAIPEM (SPMI.MI) accelera dopo essersi aggiudicata un contratto da Eni (ENI.MI) per la realizzazione di un impinanto di produzione galleggiante del valore di 1 miliardo di euro.

* Peggiore titolo nel paniere principale è ancora ENEL (ENEI.MI), a -0,7% mentre la unit Green Power annuncia un progetto eolico negli Usa da 4.000 megawatt dopo l‘acquisto di una quota in Geronimo Wind Energy.

* La lista dei titoli in rosso comprende ora anche utilities come SNAM RETE GAS (SRG.MI) e TERNA (TRN.MI), IMPREGILO IPGI.MI e PARMALAT (PLT.MI).

* Fuori dall‘indice principale confermano i rialzi vicini al 3% PIRELLI RE (PCRE.MI), dopo un miglioramento di rating da parte di JP Morgan, e GEMINA GEMI.MI, che secondo voci di stampa si appresta a ricevere l‘offerta da Changi Airport di Singapore per il 10% di Investimenti Infrastrutture e per il contratto di gestione di Aeroporti di Roma.

((Redazione Milano, Reuters Messaging: francesco.segoni.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129814, milan.newsroom@news.reuters.com))

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below