February 14, 2020 / 3:41 PM / in 2 days

PUNTO 1-Unipol batte attese su 2019, vede spazio miglioramento cedole, balzano titoli

(Aggiunge dettagli, dichiarazioni da conference call, andamento titoli)

MILANO, 14 febbraio (Reuters) - Il gruppo Unipol batte le attese del mercato su utili e dividendi e conferma i target del piano aprendo le porte anche ad un ulteriore miglioramento della cedola.

Il 2019 si è chiuso per la compagnia UnipolSai con un utile netto normalizzato in rialzo del 3,2% a 721 milioni di euro e una crescita del 10% del dividendo proposto a 0,16 euro per azione.

Più consistente l’aumento della cedola per la controllante Unipol che, con un utile netto in crescita del 73% a 1,1 miliardi, staccherà 201 milioni di euro di dividendi, pagando 0,28 euro per azione, il 56% più alto di quanto distribuito l’anno precedente.

“Rispetteremo i target di dividendi cumulati del piano”, ha detto l’AD di Unipol Carlo Cimbri nel corso della conference call con gli analisti, aggiugendo che il gruppo ha la “possibilità di gestire anche qualche miglioramento”.

Nel piano industriale 2019-2021 annunciato lo scorso maggio il gruppo bolognese aveva fissato come obiettivo un dividendo cumulato di 1,3 miliardi per UnipolSai e di 600 milioni per la controllante Unipol.

Piazza Affari premia i solidi risultati e le rassicuranti prospettive offerte dal gruppo, con il titolo Unipol che balza fino a oltre il 7% e UnipolSai oltre il 5%.

Oltre alla sorpresa positiva sui dividendi gli analisti sottolineano i risultati sopra le attese grazie al minore impatto fiscale e una migliore performance dei Danni.

UnipolSai ha registrato nell’anno una crescita del 20,5% dei premi netti a circa 13,3 miliardi di euro, con una crescita del 57,1% del Vita e del 3,7% dei Danni.

Nel dettaglio, la raccolta diretta dei premi Auto si attesta a 4,178 miliardi di euro da 4,183 miliardi del 2018 con un andamento tecnico che risente della compressione del premio medio, più che bilanciato dall’andamento positivo sul fronte della frequenza dei sinistri e del costo medio.

Il combined ratio si attesta al 93,7%, in miglioramento rispetto al 94,4% dell’anno precedente.

Nel non Auto i dati mostrano anche una significativa crescita dei premi nel settore Salute.

A livello patrimoniale il Solvency ratio consolidato di Unipolsai sale al 250% dal 202% del 2018 e quello di Unipol al 181% dal 163%.

Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below