February 10, 2020 / 10:36 AM / 17 days ago

Btp peggio di Bund in vista aste, mercato dominato ancora da coronavirus

    MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Seduta altalenante per il secondario
italiano che segue, seppur a distanza, le orme del resto del comparto della zona
euro, penalizzato dall'avvicinarsi delle aste di metà mese in una seduta dai
volumi bassi.
    ** Più in generale, il mercato resta ancora influenzato dagli sviluppi del
coronavirus il cui impatto sull'economia non sembra avere ancora contorni ben
definiti. Sebbene oggi le autorità cinesi abbiano eliminato alcune restrizioni
favorendo un ripristino delle attività commerciali, le vittime hanno superato
quelle provocate dall'epidemia di Sars quasi vent'anni fa.
    ** Sullo sfondo resta il mancato miglioramento dell'outlook ad opera di
Fitch venerdì sera. L'agenzia statunitense ha lasciato invariato rating e
outlook facendo riferimento ancora una volta all'alto debito e alla bassa
dinamica della crescita senza dimenticare l'incertezza sulla politica economica.
    ** Inoltre, in una giornata priva di dati macro di peso, Istat ha diffuso la
lettura di dicembre della produzione industriale che ha mostrato un calo di 4,3%
a perimetro annuo e di 2,7% a perimetro mensile. La media dei tre mesi al 31
dicembre ha evidenziato una contrazione di 1,4% -- peggior risultato dal quarto
trimestre 2012 --, mentre l'intero 2019 si è chiuso con una flessione di 1,3% --
la prima frenata tendenziale dal 2014 -- in termini sia grezzi sia corretti al
calendario.
    ** Intanto gli operatori cominciano a fare i conti con le aste di metà mese
che prenderanno il via mercoledì con il collocamento del Bot annuale, di cui
verranno offerti 6 miliardi di euro contro i 6,5 miliardi in scadenza. 
    ** Atteso in serata l'annuncio del Tesoro sui dettagli dell'asta a medio
lungo di giovedì interessante anche per capire le intenzioni di Via XX Settembre
sull'eventuale lancio del nuovo titolo a 15 anni nel prossimo futuro. Alcuni
operatori ritengono poco probabile che il deal si concretizzi questa settimana
per via della coincidenza dei collocamenti.
    ** Se, osserva UniCredit, il Tesoro sceglierà di non mettere a disposizione
il Btp marzo 2035 la porta potrebbe rimanere aperta per il lancio di un nuovo
benchmark.
    
 ore 11:30                RIC                PREZZO     VAR.       REND.%
 FUTURES BUND MAR.                           174,41     0,23       
 FUTURES BTP MAR.                            147,83     -0,04      
 BTP 2 ANNI (DIC 21)                         104,324    -0,011     -0,196
 BTP 10 ANNI (APR 30)                        103,875    -0,280     0,950
 BTP 30 ANNI (SET 49)                        141,599    -0,158     1,993
                                                                   
 SPREAD (PB)              RIC                ODIERNA    PRECED.    
 TREASURY/BUND 10 ANNI                       200,3      201,2      
 BTP/BUND 2 ANNI                             45,8       45,2       
 BTP/BUND 10 ANNI                            138,6      136,7      
 valore                   minimo             137,5                 
 valore                   massimo            139,7                 
 BTP/BUND 30 ANNI                            187,4      185,6      
 BTP 10/2 ANNI                               114,6      114,8      
 BTP 30/10 ANNI                              104,3      103,9      
 
 (Sara Rossi, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below