January 15, 2020 / 12:15 PM / 3 days ago

PUNTO 3-Nuovo Btp 30 anni da 7 mld, rendimento 2,5%, ordini record

(Aggiunge commento)

MILANO/ROMA, 15 gennaio (Reuters) - Ordini record per il nuovo Btp a 30 anni da 7 miliardi di euro lanciato via sindacato dal Tesoro, in un avvio d’anno in cui molti Paesi stanno approfittando di condizioni di mercato favorevoli.

Il nuovo trentennale, con scadenza 1 settembre 2050, ha raccolto ordini per oltre 47 miliardi di euro, una cifra record in Italia per un’emissione via sindacato, come segnala un lead manager dell’operazione.

Il titolo, con cedola del 2,45%, “è stato collocato al prezzo di 99,280 corrispondente ad un rendimento lordo annuo all’emissione del 2,50%”, si legge in un comunicato del Tesoro.

Lo scorso febbraio il 30 anni settembre 2049 era stato collocato via sindacato per 8 miliardi di euro, con cedola del 3,85% e rendimento a 3,91%. Gli ordini per l’emissione avevano superato i 41 miliardi.

“Gli ordini per il nuovo Btp sono stati molto buoni, riflettendo l’appetito degli investitori per i rendimenti”, commenta Luca Cazzulani, strategist di Unicredit. “Anche il timing era molto buono. Le elezioni di fine mese potrebbero portare una certa volatilità sul mercato, e tipicamente gli investitori acquistano scadenze extra lunghe come posizione difensiva”.

Per Filippo Mormando, strategist di Mps Capital Services, quella odierna è “l’emissione dei record”: oltre alla domanda più elevata per un deal sindacato italiano, il trentennale ha fatto registrare “il btc ratio più elevato per un deal sindacato; cedola e tasso in emissione più bassi di sempre per un nuovo benchmark 30 anni; lo spread di emissione sul precedente benchmark +6bps (vs i +18bps dell’emissione del Btp 9/2049), in linea con gli spread di emissione per i benchmark trentennali più bassi nell’ultimo decennio”.

“Al collocamento del titolo ha preso parte una platea diversificata di investitori, sia su base geografica sia per tipologia”, prosegue Mormando, in attesa che il Tesoro specifichi la composizione della domanda.

In questi giorni altri Paesi hanno lanciato nuovi titoli via sindacato: oltre alla Spagna, con un 10 anni che ha visto ordini record sopra i 53 miliardi di euro, Irlanda, Portogallo, Cipro e Belgio.

Negli ultimi giorni anche le banche hanno sfruttato il momento favorevole: UniCredit ha lanciato un bond senior non preferred per 2 miliardi di euro, mentre UBI Banca e Banco BPM hanno emesso bond At1. Oggi poi Mps ha avviato il collocamento di un’emissione Tier 2.

Per l’operazione odierna, che ha regolamento 22 gennaio, il Tesoro ha dato mandato a Barclays, Bnp Paribas, Citigroup, Crédit Agricole e Mps Capital Services. (Sara Rossi, Antonella Cinelli, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below