December 18, 2019 / 12:11 PM / 5 months ago

PUNTO 1-Mediaset, per avvocato Corte Ue norma che limita quota Vivendi è contro diritto Ue

(Aggiunge dettagli, reazioni gruppi)

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - L’avvocato generale Manuel Campos Sánchez-Bordona ha proposto alla Corte di giustizia dell’Unione europea di dichiarare la normativa italiana che impedisce a Vivendi di detenere interamente il 28,8% del capitale sociale di Mediaset contraria al diritto comunitario.

E’ quanto si legge in una nota della Corte di Giustizia dell’Unione europea contenente le conclusioni dell’avvocato generale.

Su richiesta del Tar, la Corte Ue è stata chiamata ad esprimersi sull’aderenza alle norme Ue della legge in base alla quale l’Autorità garante per le comunicazioni (Agcom) ha costretto il gruppo francese a trasferire a un trust il 19,19% delle azioni Mediaset. Un provvedimento contestato da Vivendi.

I giudici della Corte Ue non sono obbligati a seguire i pareri dell’avvocato generale, anche se tendono a farlo, e normalmente emettono la propria decisione in un periodo di tempo compreso tra 2-4 mesi dopo il parere.

“Varie disposizioni della normativa italiana limitano la possibilità che imprese di altri stati membri entrino nel settore italiano dei media, incidendo così sulla libertà di stabilimento”, si legge nel parere dell’avvocato, riportato nella nota.

L’avvocato generale, inoltre, pur rilevando che la tutela del pluralismo dell’informazione può giustificare l’adozione di misure nazionali che limitano questa libertà, sottolinea come queste debbano essere proporzionata a questo obiettivo. E nel caso specifico, la norma italiana è ritenuta non proporzionata.

La legge italiana definisce il settore delle comunicazioni in modo troppo restrittivo, stabilendo un limite molto basso per i ricavi che fanno scattare le norme anti-concentrazione, si legge nel parere.

Secondo l’avvocato della Corte Ue, inoltre, Vivendi non era di fatto in grado di esercitare un’influenza significativa su Mediaset.

Mediaset in un comunicato ha ricordato che le conclusioni dell’avvocato generale non vincolano la decisione della Corte, mentre un portavoce di Vivendi ha espresso soddisfazione per la posizione espressa dall’avvocato generale.

Elisa Anzolin, Elvira Pollina in redazione a Milano Francesca Piscioneri

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below